News

Siracusa, fatture non pagate agli avvocati. Il Consiglio dell’Ordine invoca l’ispezione ministeriale

SIRACUSA – Stato di agitazione con astensione dalle udienze civili e penali. Gli avvocati siracusani che prestano difesa d’ufficio e gratuito patrocinio al tribunale hanno esaurito la pazienza e invocano anche l’intervento del Ministero di Giustizia e di quello delle Finanze. Chiedono un’ispezione ministeriale per verificare il funzionamento dell’Ufficio “patrocinio a spese dello Stato” e per l’adozione delle misure necessarie alla velocizzazione dell’iter dei pagamenti, da tempo ormai in costante ritardo. Il Consiglio dell’Ordine di Siracusa ha inviato una nota a Roma per chiedere anche il potenziamento, in termini di risorse umane, di un Ufficio che conta tre sole unità. I compensi maturati sono fermi da tempo o, nella migliore delle ipotesi, vengono corrisposti in notevole ritardo e non se ne capisce il motivo. “Non si capisce neanche perché – dice il vicepresidente dell’Ordine degli Avvocati di Siracusa, Carmelo Greco –  nel distretto di Corte d’Appello di Catania i pagamenti vengono regolarmente e celermente effettuati ai colleghi mentre qui la situazione è in fase di stallo. I fondi sono stati regolarmente trasferiti dal Ministero ma le fatture non sono ancora state lavorate né pagate”. Sarebbero state liquidate solo le fatture relative ai primi due mesi del 2020.

Una situazione che dunque non consente ai legali aretusei di lavorare in serenità e per questa ragione hanno deciso di indire uno stato di agitazione che potrebbe protrarsi fino a quando non si tornerà alla normalità. L’arretrato sarebbe ingente e la problematica rischia, a giudizio dei professionisti siracusani, di essere aggravata dalla recente assegnazione temporanea a Catania di due unità lavorative con qualifica di ausiliari, “una delle quali – si legge nella nota – la signora Anna Storaci, già assegnata da alcune settimane al Servizio del patrocinio a spese dello Stato in materia civile, servizio che sarà di fatto, in considerazione dell’ennesima riduzione del personale, destinato ad una nuova significativa riduzione delle attività. Anche la dottoressa Ornella Gulisano, dipendente con qualifica di ausiliario che ha maturato una specifica e pluriennale esperienza presso I’Ufficio Spese di Giustizia, verrà assegnata a Catania”. Tutto ciò, fanno osservare gli avvocati siracusani, indebolirà ancor di più un ufficio che presenta non poche criticità. Da qui la decisione di proclamare lo stato di agitazione per sensibilizzare chi ha responsabilità di tutto questo.


getfluence.com
In alto