Politica

Siracusa, Fillea, Feneal e Filca chiedono le dimissioni del presidente della Scuola Edile

SIRACUSA -Le sigle sindacali di Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil chiedono la rimozione del presidente della Scuola Edile di Siracusa perche ritengono che il suo ruolo sia incompatibile.

“Ormai il mondo gira al contrario. Sei un lavoratore, ad esempio  edile e magari hai la sfortuna di chiudere il tuo rapporto di lavoro e non aver ricevuto, come spesso capita purtroppo , le tue spettanze contrattuali . Decidi, a un certo punto e dopo averci riflettuto un po’  – dichiarano i sindacati – , di muoverti per far qualcosa rispetto alla pretesa dei propri diritti, poiché  gira voce annosa e diffusa  che se fai una vertenza nei confronti di una azienda , entri in una fantasiosa lista nera e non lavori più.  Poi , dopo aver bussato più volte alla porta dell’impresa senza frutti, ti rivolgi al sindacato che ti suggerisce di insistere, ma si assume in una prima fase  l’onere di procedere collettivamente al recupero dei crediti con le azioni previste dalla legge”.

“E poi ricevi – senza aver fatto una azione diretta- una lettera intimidatoria che ti chiede un risarcimento di 25000 euro – tra l’altro immotivata e con palesi violazioni della privacy-  solo per il fatto di essere uno degli ex dipendenti . A questo punto  , ti viene da ridere ( per non piangere ) dopo aver letto che questa azione avrebbe minato il ‘capitale relazionale’ tra impresa e committenza.  E pensi che veramente – questo racconto -sia un buon soggetto per uno sketch comico . Incredibile assistere a questo atteggiamento. Purtroppo è  questa la direzione che stanno prendendo le relazioni industriali e gli assetti sociali tra impresa e lavoratori .  Si riassume tutto in 3 azioni :Stai zitto, ti pago quando posso e se rompi le scatole ti minaccio con querele e risarcimenti .  E se a questo ci aggiungi pure che la titolarità della impresa e’ dell’attuale presidente della scuola Edile, nonché componente del direttivo ANCE, teoricamente garante delle relazioni sindacali e del buon funzionamento della bilateralità, forse c’è da chiedersi cosa si sia rotto in questo mondo .  Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil Non accettano in alcun modo una situazione del genere e sono pronte a investire gli organi ispettivi della questione, poiché l’impresa lavorava dentro ISAB e chiedono al prossimo Presidente Ance ( le elezioni saranno oggi? ) di rimuovere immediatamente dall’incarico il presidente dell’ente scuola, poiché totalmente incompatibile con il ruolo che ricopre”.

“Basterebbe andar a guardare i dati in cassa edile per verificare la puntualità delle nostre verifiche – Concludono i tre segretari Corallo, Gallo e Carnevale –  Ci aspettiamo un rapido passo indietro,oppure la federazione unitaria delle costruzioni , non solo tutelerà i soggetti coinvolti da qualsiasi azione intimidatoria , anche dal punto di vista legale , ma verificherà le condizioni per una mobilitazione simbolica contro l’ennesimo atto di prepotenza .”


In alto