News

Siracusa-Gela, ancora una domenica di passione per raggiungere il mare

SIRACUSA – Code al mattino per raggiungere le località balneari e al pomeriggio per il rientro. Ancora una domenica di passione, la quinta consecutiva, per gli automobilisti che hanno percorso la Siracusa-Gela. Code e disagi ieri soprattutto in prossimità di Cassibile e tra lo svincolo della frazione aretusea e quello di Avola a causa dei restringimenti di carreggiata dovuti ai lavori in corso disposti dal Cas, il Consorzio autostrade siciliane, che gestisce l’infrastruttura.

Gli interventi sono stati decisi per le pessime condizioni in cui versa il manto stradale, ma probabilmente è risultata inopportuna la tempistica, visto che durante la stagione estiva, specie nei weekend, l’autostrada è presa d’assalto da decine di migliaia di vacanzieri e si creano ingorghi. E non è la prima volta che accade, perché anche negli anni scorsi, periodicamente, gli interventi furono effettuati in estate.

Recarsi dal capoluogo aretuseo o dai territori più a nord verso le rinomate località balneari del Siracusano, ma anche verso quelle del Ragusano in parte servite dalla medesima infrastruttura, diventa così un’odissea che può costare tempo prezioso e mettere a dura prova la pazienza degli automobilisti, costretti a trascorre in auto perfino il doppio del tempo normalmente necessario per arrivare al mare. Come per l’andata, anche al ritorno si sono registrate lunghe code. I lavori dovrebbero protrarsi ancora per circa un mese.

La situazione rischia di penalizzare le località a forte vocazione turistica in un clima di rassegnazione generale, nonostante le (poche) voci istituzionali che si sono levate in queste settimane per segnalare un disagio continuo che rischia di avere pesanti ripercussioni sulla stagione balneare già nel vivo.


In alto