News

Siracusa-Gela, incontro catanese tra l’assessore regionale Falcone e Confartigianato Imprese

SIRACUSA – Il completamento dell’autostrada Siracusa-Gela è stato il tema dell’incontro che si è tenuto ieri mattina a Catania, nei saloni del “Palazzo della Regione”, tra l’assessore alle Infrastrutture della Regione siciliana, Marco Falcone e la rappresentanza di Confartigianato Imprese Catania, Siracusa, Ragusa.

Al confronto, agevolato e presenziato dalla deputata regionale di Forza Italia, Rossana Cannata, hanno partecipato anche il presidente ed il segretario regionale di Confartigianato Imprese Sicilia, rispettivamente Giuseppe Pezzati e Andrea Di Vincenzo.

Nel corso dell’incontro, dopo aver appreso dall’Assessore le ultime notizie circa la possibile soluzione dell’annosa vicenda a cui starebbe lavorando il Cas, i rappresentanti di Confartigianato hanno rimarcato che, oltre all’impegno di garantire il completamento dell’opera ritenuta indispensabile per lo sviluppo economico della Sicilia orientale, il Governo regionale è tenuto a tutelare le tante piccole imprese che hanno effettuato i lavori per conto dell’impresa appaltatrice e che ancora oggi vivono una condizione di sofferenza per i mancati pagamenti causati dalle note vicende che hanno portato al blocco dei lavori.

A tal fine, i rappresentanti dell’associazione datoriale hanno invitato l’assessore Falcone a “verificare che vengano garantite dal Cas uguali condizioni di trattamento per tutte le aziende e limitate al massimo le perdite derivanti dalla procedura di concordato in cui versa una delle società (Condotte) affinché non siano come sempre i “piccoli” a pagare”.

“Le piccole imprese – hanno aggiunto i dirigenti di Confartigianato attraverso un comunicato a margine – oltre ad essere state inconsapevoli protagoniste di un’assurda vicenda che ad oggi non trova soluzione, non potrebbero sopportare ulteriori ritardi e penalizzazioni che mettono a repentaglio la loro stessa sopravvivenza. Pur apprezzando l’impegno profuso, la politica deve assumere ogni provvedimento che possa salvaguardare le imprese coinvolte. Confartigianato – hanno concluso i rappresentanti dell’associazione datoriale – vigilerà affinché le rassicurazioni avute si tramutino in fatti concreti, dichiarandosi disponibili ad ogni collaborazione per la soluzione della vicenda”.


getfluence.com
In alto