Cronaca

Siracusa, gli sequestrano l’auto per guida in stato di ebbrezza: due arrestati per resistenza e rimessi in libertà

SIRACUSA – Nella notte appena trascorsa i carabinieri del nucleo radiomobile di Siracusa, impegnati in un servizio di controllo della circolazione stradale con apparato etilometrico, hanno arrestato in flagranza di reato di resistenza a pubblico ufficiale i siracusani, residenti da tempo a Canicattini Bagni, Francesco Notturno, di 43 anni, e Corrado Uccello, di 33 anni. Per i due è stata infine disposta la remissione in libertà da parte dell’autorità giudiziaria aretusea.

I due sono stati sottoposti a controllo intorno alle 2,30 in via Paolo Orsi. Il Notturno, alla guida dell’autovettura, a seguito di alcol test, è risultato positivo con un tasso alcolico rilevato pari a 1,84 g/l, per cui la legge prevede la denuncia a piede libero, l’immediato ritiro della patente e il sequestro amministrativo del veicolo.

I due, che secondo i carabinieri fin dall’inizio degli accertamenti tecnici avrebbero manifestato un “atteggiamento non collaborativo ed ostile nei confronti dei militari dell’Arma, rivolgendo loro insulti e minacce di morte”, nel momento in cui la loro autovettura è stata recuperata dal carro attrezzi, avrebbero poi “alzato il livello dello scontro aggredendo fisicamente” gli stessi carabinieri. Un tentativo di aggressione che si sarebbe verificato dopo che uno dei militari ha “intimato ad Uccello Corrado di spostarsi dal cofano motore dall’autovettura di servizio su cui lo stesso si era sdraiato con fare provocatorio”.

A questo punto i due sono stati bloccati e arrestati. Accompagnati in caserma per le formalità di rito, l’autorità giudiziaria ne ha disposto la remissione in libertà, non ravvisando la necessità di applicare nei loro confronti alcuna misura cautelare.

(Foto generica)


getfluence.com
In alto