News

Siracusa, il Ppi torna all’ospedale “Umberto I”. L’Asp punta ad alleggerire pronto soccorso

SIRACUSA – Il Punto di primo intervento (Ppi) è rientrato dall’ospedale “Rizza” di viale Epipoli, dove era stato temporaneamente trasferito, all’ospedale “Umberto I”. Il suo rientro al piano terra nei locali dell’ex sala conferenze è stato disposto, dalla Direzione sanitaria aziendale e dalla Direzione del distretto sanitario di Siracusa, anche per prevenire i sovraffollamenti del Pronto soccorso.

“Questa soluzione – riferisce il direttore generale dell’Asp di Siracusa, Salvatore Lucio Ficarra – consentirà agli utenti che si recano al Pronto soccorso con patologie a bassa complessità di trovare sul posto l’assistenza gratuita evitando di sovraffollare l’area di emergenza e non pagando il ticket di 25 euro per le patologie classificate in codice bianco che, invece, in Pronto soccorso deve essere versato”.

Il Punto di primo intervento (Ppi) è infatti dedicato alla visita e trattamento delle patologie urgenti a bassa gravità (codici bianchi e codici verdi a bassa complessità). I Punti di primo intervento coprono le 24 ore di assistenza sanitaria territoriale che, nelle ore notturne e festive, è erogata dalle Guardie mediche.

“Buona parte del sovraffollamento al Pronto soccorso – afferma il direttore del Pronto soccorso di Siracusa, Aulo Di Grande – è dovuto all’afflusso di accessi inappropriati che sono di pertinenza delle Guardie mediche e dei Punti di primo intervento. Ribadiamo l’invito ai cittadini a non recarsi al Pronto soccorso per patologie di bassa intensità e di recarsi alla Guardia medica e ai Punti di primo intervento riducendo l’afflusso nell’area di emergenza”.

Il Ppi è aperto da lunedì al venerdì, esclusi i giorni prefestivi e festivi, dalle ore 10 alle 18.


La Gazzetta Siracusana su facebook

Le Città del Network

 

Copyright © 2022 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Salvatore Pappalardo
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2022 La Gazzetta Siracusana.it

In alto