Cronaca

Siracusa, incendio in via Tisia. Polizia e vigili del fuoco evitano danni peggiori

SIRACUSA – Erano trascorse da poco le 2,30 quando da un cestino della spazzatura posto nelle pertinenze di un locale di via Tisia si è sviluppato un pericoloso incendio che, ben presto, ha interessato le abitazioni poste nel palazzo che ospita l’esercizio commerciale. Dai primi accertamenti svolti dai vigili del fuoco, il vasto rogo dovrebbe essere stato provocato, accidentalmente, da un mozzicone di sigaretta gettato maldestramente nel cestino dei rifiuti.

Solamente il tempestivo intervento degli equipaggi delle Volanti, in servizio di controllo del territorio, ha scongiurato che i residenti della zona riportassero serie conseguenze. Fin da subito, gli agenti si sono resi conto del pericolo e hanno cominciato a far evacuare i residenti del palazzo ancor prima dell’arrivo dei vigili del fuoco.

Le operazioni di evacuazione dei residenti sono state ritenute necessarie dai poliziotti, oltre che per le dimensioni dell’incendio, anche per la circostanza che nelle abitazioni e nell’esercizio commerciale vi erano numerosi impianti di climatizzazione provvisti di gas facilmente infiammabile.

Pertanto, mentre la squadra dei vigili del fuoco spendeva ogni energia per domare l’incendio, i poliziotti mettevano in salvo gli inquilini del condominio e in particolare alcune persone più fragili e ragazze che risiedono in una comunità nell’edificio.

Quattro agenti delle Volanti sono rimasti lievemente intossicati e hanno ricevuto le cure del caso nell’ospedale “Umberto I” del capoluogo aretuseo. Conseguenze non rilevanti, fortunatamente, anche per i residenti.


In alto