News

Siracusa, la Cisl scrive a Di Maio: “Portare tutta la provincia a livello 1 di rischio sismico”

SIRACUSA – Il Servizio sismico nazionale ha stimato i danni derivanti da un terremoto particolarmente violento secondo una graduatoria stilata dal Servizio sismico nazionale in base a dati forniti dal Sistema informatico di gestione delle emergenze della Protezione civile, che calcola morti e sfollati. Siracusa si troverebbe al quinto posto di questa “lista nera” fra le città siciliane.

E’ la Cisl che punta su questi dati per far conoscere a Luigi Di Maio, oggi e domani in Sicilia, la situazione di pericolosità del territorio siracusano. L’area del sud-est siciliano è classificata a rischio sismico 2. Così anche Siracusa, indicata nell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 3274/2003, aggiornata con la Delibera della Giunta Regionale della Sicilia n. 408 del 19 dicembre 2003.

Per questo motivo il segretario generale Cisl Paolo Sanzaro, i segretari della Filca, Paolo Gallo, e della Fai, Sergio Cutrale, hanno inviato una lettera al vicepremier, in cui illustrano nel dettaglio tale situazione.

Attualmente, quindi  l’intera provincia siracusana è classificata a livello 2, mentre la Cisl chiede invece che il livello sia portato a 1, vale a dire a quello più pericoloso per le conseguenze che potrebbero derivare da un sisma di forte intensità.

“Una riclassificazione – si legge nella lettera – quindi, si rende indispensabile per garantire condizioni di sicurezza alla popolazione. Interventi di adeguamento agli edifici pubblici, con le scuole in primis, che necessitano di azioni urgenti. Riclassificare consentirebbe di accedere ad agevolazioni e finanziamenti attraverso i quali rendere questa provincia più sicura. Interventi che potrebbero essere estesi al controllo del rischio idrogeologico che, proprio in questi ultimi giorni, ha messo in ginocchio aziende agricole, agroalimentari, famiglie che affidano la propria economia al lavoro della campagna”.

“A Lei, signor Ministro – concludono i sindacalisti – affidiamo questa lettera affinché trasferisca al Governo la necessità di classificare area a rischio sismico 1 la provincia di Siracusa. Lo riteniamo un atto doveroso e di grande attenzione e civiltà nei confronti di questa area del paese. Con questa consapevolezza Le chiediamo di attivarsi affinché sia avviato il percorso di ridefinizione dei criteri di rischio”.

(Foto generica)


In alto