News

Siracusa, lavoratori ex Provincia occupano la sede, i sindacati: “La misura è colma, nel baratro centinaia di famiglie”

SIRACUSA – I dipendenti dell’ex Provincia, esasperati da promesse disattese, hanno deciso l’occupazione ad oltranza della sede dell’ente di via Malta fino a quando il Governo regionale non sbloccherà, con la firma dei mandati di pagamento, le somme destinate al Libero consorzio di Siracusa e il trasferimento delle risorse ai lavoratori.

Stamattina pure un sit-in dinanzi all’ingresso al Foro Siracusano (nella foto), per protestare ancora una volta contro il mancato pagamento di quelle che attualmente sono ben sei mensilità di stipendio. Servizi ed attività restano quindi fermi.

“Non si vuole ancora capire che la misura è ormai colma”. Questo il primo commento di una nota congiunta dei segretari provinciali per la Funzione pubblica di Cgil, Cisl, Uil e dell’Ugl, rispettivamente Franco Nardi, Daniele Passanisi, Alda Altamore e Antonino Galioto.

“La Regione continua a giocare con la vita ed il destino dei lavoratori dell’ex Provincia di Siracusa – hanno aggiunto i segretari Nardi, Passanisi, Altamore e Galioto – non destinando le somme dovute e lasciando nel baratro centinaia di famiglie che non percepiscono lo stipendio da sei mesi”.

Le segreterie provinciali della Funzione pubblica di Cgil, Cisl, Uil ed Ugl, oltre ad avere informato il Prefetto di Siracusa sullo stato dell’arte, hanno richiesto un intervento alle segreterie regionali di categoria e alle segreterie confederali al fine di accelerare i tempi, pressando le competenti autorità regionali a sbloccare in tempi celeri le somme che sono ancora ferme all’Ufficio di ragioneria della Regione e dell’Assessorato regionale alle Autonomie Locali.


getfluence.com
In alto