Cronaca

Siracusa, intercettata barca a vela con 60 migranti. Arrestati i due presunti scafisti

SIRACUSA – Agenti della squadra mobile, congiuntamente a militari della Guardia di finanza sezione navale di Siracusa, hanno arrestato in flagranza di reato due cittadini ucraini, rispettivamente di 44 e 42 anni, per l’ipotesi di reato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, in concorso, in relazione all’arrivo, nella giornata di ieri, di 60 migranti irregolari, 58 dei quali di sedicente nazionalità iraniana e irachena. I due presunti scafisti, concluse le formalità di rito, sono stati tradotti nel carcere di Cavadonna.

I migranti erano stati intercettati da un’unità navale della Guardia di finanza dopo la mezzanotte di ieri, a circa 6 miglia dalla costa di Portopalo di Capo Passero, e successivamente trasportati prima al porto di Marzamemi (Pachino) e poi alla banchina del porto commerciale di Augusta.

Il provvedimento è scaturito a seguito di “plurimi e gravi indizi raccolti a carico degli indagati”, come reso noto dalla Questura, in quanto i due ucraini sarebbero stati “sorpresi dai militari della Guardia di finanza nella flagranza della conduzione del veliero, e inoltre, attraverso le dichiarazioni rese dai migranti e opportunamente riscontrate dalla dinamica della traversata e l’analisi di alcuni documenti rinvenuti nell’imbarcazione, si è fatta piena luce sulle responsabilità penali dei due arrestati in ordine alla conduzione dell’imbarcazione”.

(Foto generica)


In alto