Cronaca

Siracusa, Marika rintracciata a Paternò, sospiro di sollievo per familiari e concittadini dopo la paura

SIRACUSA – È stata rintracciata la tredicenne siracusana Marika, che da ieri pomeriggio ha tenuto in apprensione parenti e migliaia di concittadini sui social network. L’hanno trovata i Carabinieri di Paternò, nella cittadina in provincia di Catania.

Pare che la giovane, ieri nel tardo pomeriggio, dopo i consueti allenamenti di nuoto sincronizzato alla Cittadella dello sport di Siracusa, si sia recata volontariamente a Paternò a trovare i genitori biologici, senza però comunicarlo a parenti e amici. Sulla vicenda sta indagando la Procura di Siracusa.

La famiglia adottiva, come le migliaia di cittadini mobilitati per la diffusione dell’ “identikit” sui social network, possono tirare un sospiro di sollievo dopo una notte di tensione.

=== AGGIORNAMENTO ORE 13 ===

Dalla Polizia di Stato, che ieri sera, dalla denuncia della scomparsa da parte dei genitori di Marika, aveva attivato immediate indagini e serrate ricerche nelle adiacenze dell’impianto sportivo ed ad ampio raggio, giunge conferma ufficiale che la ragazza è stata ritrovata in buona salute.

Viene precisato inoltre che sono in corso da parte degli inquirenti della Squadra Mobile aretusea, coordinati dalla Procura della Repubblica di Siracusa, ulteriori approfondimenti per stabilire le modalità dell’allontanamento e l’eventuale concorso di altri soggetti.

(foto di repertorio)


In alto