News

Siracusa, nuovo Ccnl nella sanità pubblica, direttore sanitario Asp al corso di formazione della Fp Cisl

SIRACUSA – Assemblea partecipata e salone “Giulio Pastore” della Cisl in via Arsenale gremito oggi, in occasione del Corso per dirigenti sindacali ed Rsu sul tema “Il nuovo Ccnl e la gestione dinamica dei foni aziendali del comparto sanità pubblica”, promosso dalla Funzione pubblica della Cisl per Ragusa e Siracusa.

Il Corso, articolato in sessioni, è stato introdotto dal segretario generale della Fp Cisl di Ragusa e Siracusa, Daniele Passanisi, ed a seguire è stato il direttore amministrativo Arnas “Garibaldi” di Catania, Giovanni Annino ad illustrare i contenuti e le principali novità introdotte sul nuovo Ccnl. A portare il saluto dell’Asp provinciale è stato il direttore sanitario, Anselmo Madeddu.

Ritenendo fondamentale la formazione continua dei propri dirigenti sindacali, proprio per fornire le dovute risposte al personale tutelato, la Cisl Fp Ragusa e Siracusa ha organizzato per i propri delegati aziendali ed Rsu, un Corso di approfondimento sul ruolo del sindacato alla luce del nuovo Ccnl della Sanità pubblica, con un occhio di riguardo alla gestione dei relativi fondi aziendali. “Siamo sempre più convinti – ha sottolineato il segretario generale della Fp Cisl di Ragusa e Siracusa, Daniele Passanisi – che per poter avviare un confronto negoziale serio con l’amministrazione dell’Asp di Siracusa, la formazione dei nostri dirigenti, sia un pilastro fondamentale che ci permetterà di affrontare tematiche importanti come il contratto integrativo, il salario accessorio, il welfare aziendale, la dotazione organica, con la giusta competenza che ci ha sempre contraddistinto nel ruolo di “sindacato di prossimità”. Una sfida che la Fp Cisl di Ragusa e Siracusa intende vincere, investendo sulla formazione della sua classe dirigente”.

“Ecco perché riteniamo importante – ha aggiunto Passanisi – alla luce, soprattutto dell’imminente approvazione della Rete ospedaliera, che ci vedrà impegnati nella discussione per elaborare il miglior modello di organizzazione e funzionamento dell’azienda sanitaria, il “focus” su ciò che indubbiamente rappresenta la chiave di volta per l’impegno che si renderà necessario per definire gli accordi in sede decentrata di contrattazione di secondo livello, ancora più importanti per i lavoratori del comparto, e che assumono forte rilevanza di garanzia anche per l’erogazione di migliori servizi assistenziali per la salute dei cittadini”.

Il direttore sanitario dell’Asp provinciale, Anselmo Madeddu ha sottolineato che “la Cisl è una delle organizzazioni sindacali con l’Asp ha avuto il massimo spirito collaborazione da sempre. È significativo inoltre dell’attenzione che la Cisl ha l’organizzazione di un evento che riguarda questi temi e rappresenta un investimento per la formazione della propria classe dirigente”.


In alto