News

Siracusa, nuovo ospedale. La diplomazia dell’assessore Ruggero Razza: “Lavoriamo in base agli impegni già assunti”

SIRACUSA –  “A fine ottobre o ai primi di novembre il presidente Nello Musumeci sarà ad Augusta per inaugurare il centro amianto”. È l’annuncio dato dall’assessore regionale alla Salute Ruggero Razza, a Siracusa per partecipare ad una conferenza sull’allattamento al seno. La struttura, già nel pieno delle sue funzioni, è aggregata al reparto di Medicina del presidio ospedaliero megarese. Un punto di riferimento importante in un territorio che, purtroppo, continua a pagare un prezzo elevato anche per le patologie correlate ad esposizione alla fibra killer.

Razza ha accennato anche alla vicenda riguardante la costruzione del nuovo ospedale di Siracusa, per la quale ha preferito usare una terminologia diplomatica, forse per evitare strumentalizzazioni o fraintendimenti che possano suscitare nuove aspre polemiche. “Non ci sono novità sostanziali – ha detto – Ricordo semplicemente che, durante l’estate, avevo assunto l’impegno di incrementare la dotazione economica per fare il modo di costruire un Dea di secondo livello, aumentando anche il numero di posti letto così come mi era stato chiesto da tutti i rappresentanti delle forze politiche. Stiamo andando in questa direzione e intendo adesso evitare che su questa tematica possano focalizzarsi attenzioni che mettano a pregiudizio il lavoro che si sta facendo. Stiamo portando avanti l’intesa politica che era stata assunta ed io ho già depositato in Giunta una proposta di delibera che va nella direzione degli impegni presi”.

Sollecitato sull’argomento, l’assessore Ruggero Razza ha fatto il punto anche sulla situazione riguardante il pronto soccorso dell’ospedale di Noto. “Convocherò un vertice al quale – afferma – inviterò il responsabile della centrale operativa del 118 e i dirigenti dell’Asp, dopo che l’azienda ci aveva chiesto di poter far ricorso a procedure straordinarie di selezione del personale. Una richiesta che abbiamo accolto, fissando le relative prove. Il nostro obiettivo – aggiunge – è di fare in modo che la provincia di Siracusa arrivi al più presto alla pienezza dei suoi organici, così come sta già avvenendo in tutta la Sicilia. Siamo soddisfatti del lavoro fin qui fatto – sottolinea Razza – la cui bontà ci è stata riconosciuta un po’ da tutti. Anche coloro i quali, per il solo gusto di fare opposizione a prescindere, sono soliti criticare il governo della Regione, si sono visti costretti ad ammettere che, sul fronte della salute dei cittadini, non si erano mai visti tanti concorsi come in questi due anni e, sul fronte degli investimenti infrastrutturali, non si erano mai viste tante opere e realizzate”.


getfluence.com
In alto