Cronaca

Siracusa, panificio chiuso per violazioni igienico-sanitarie e amministrative

SIRACUSA – Nell’ambito di specifici servizi disposti dal Questore di Siracusa e finalizzati al controllo della salubrità e dell’igiene negli esercizi commerciali adibiti alla produzione e vendita di prodotti alimentari, agenti della Questura di Siracusa, in servizio alla Polizia Amministrativa, coadiuvati da personale dell’Ufficio di Igiene degli Alimenti e della nutrizione dell’Asp di Siracusa e da personale della Polizia Municipale di Siracusa, hanno scoperto numerose violazioni igienico-sanitarie ed amministrative in un’attività di panificazione e di vendita di alimenti sita nel Quartiere Akradina.

Davanti ai Poliziotti, che hanno eseguito i controlli nel panificio, si è presentato uno scenario igienico – sanitario a dir poco precario: il locale era invaso da parassiti, gli alimenti erano in cattivo stato di conservazione e scaduti, il laboratorio di lavorazione degli alimenti era sporchissimo e contaminato per la presenza di sporco pregresso, la superficie del pavimento era sudicia.

Le pessime condizione riscontrate hanno reso necessario il sequestro penale di tutti gli alimenti trovati all’interno del panificio ed il titolare è stato denunciato per le violazioni delle norme sulla sicurezza e la conservazione degli alimenti. Il locale è stato immediatamente chiuso e lo rimarrà fino al completo ripristino delle condizioni igieniche previste dalla legge.

Il titolare, inoltre, è stato sanzionato per la mancanza della SCIA/licenza, per le norme anti covid, per la legge sulla pubblicità e sull’occupazione del suolo pubblico per un totale 20.000 euro.

Sono in corso ulteriori accertamenti finalizzati alla contestazione di altre violazioni di legge poste a tutela della sanità e della salubrità dei luoghi ove si producono e si vendono alimenti.


In alto