News

Siracusa, primi spiragli dalla Regione per i dipendenti dell’ex Provincia

SIRACUSA – Subito risorse per 5 milioni e 888 mila euro per il pagamento di almeno due mensilità di stipendi ai dipendenti dell’ex Provincia. Il provvedimento è stato esitato in Ragioneria oggi e venerdì andrà in Tesoreria.

Per lunedì dovrebbero essere quindi erogati gli stipendi ai lavoratori. È una prima soluzione al problema che ha visto per due giornate le forti proteste dei dipendenti dell’ex Provincia e della società in house Siracusa Risorse.

In serata, al termine della riunione convocata dal presidente Crocetta con gli assessori Lantieri e Marziano e presenti i segretari regionali e provinciali di Cgil, Cisl e Uil, con i segretari provinciali della Funzione pubblica di Cgil, Cisl e Uil, Franco Nardi, Daniele Passanisi e Alda Altamore e i rappresentanti di Ugl e Csa, con una delegazione dei dipendenti che hanno protestato in questi due giorni, si è anche giunti ad un’intesa per destinare 17 milioni di euro come risorse da erogare ai Liberi consorzi in difficoltà. Di queste somme ne andrebbero circa 11 milioni per l’ex Provincia di Siracusa. Provvedimento questo che comporterà una manovra di bilancio da esaminare all’Ars entro la chiusura della sessione estiva.

Abbiamo appreso dell’esito dell’incontro palermitano dal segretario della Funzione pubblica Cisl, Daniele Passanisi, che commenta così: “Siamo moderatamente soddisfatti degli impegni ribaditi in sede regionale, abbiamo chiesto ed ottenuto che il pagamento degli stipendi avvenga subito per lunedì e vada direttamente ai dipendenti, senza dover essere distribuito per la copertura di mutui. Sui fondi ulteriori che fanno parte dello stanziamento originario di 91 milioni, abbiamo chiesto certezze e tempi rapidi. Con queste somme riteniamo che possa esserci la copertura per gli stipendi per l’intero anno in corso. Restiamo comunque vigili sugli sviluppi di questa vicenda”.


In alto