Cultura

Siracusa, rappresentazioni classiche, anche quest’anno sono previste le “Giornate siracusane”

SIRACUSA – La Fondazione Inda conferma anche per il 53° ciclo di rappresentazioni classiche al Teatro greco le agevolazioni per i residenti nella provincia di Siracusa.

Nella stagione più lunga di sempre, con l’Inda che ha deciso di prolungare il Festival più partecipato in Italia fino al 9 luglio, saranno previste 5 date nelle quali chi risiede in provincia di Siracusa potrà acquistare fino a un massimo di due biglietti al prezzo di 15 euro ciascuno. Le “giornate siracusane” sono previste il 14 maggio e il 21 giugno per chi vorrà assistere a Sette contro Tebe di Eschilo, con la regia di Marco Baliani, il 21 maggio e il 20 giugno per Fenicie di Euripide, diretta da Valerio Binasco e il 4 luglio per la commedia Rane di Aristofane diretta da Giorgio Barberio Corsetti.

“Il rapporto con Siracusa e il suo territorio è fondamentale per la Fondazione Inda – ha dichiarato il commissario straordinario Pier Francesco Pinelli -. Nell’anno in cui Siracusa celebra i 2.750 anni della sua fondazione e con il Festival incentrato sul rapporto tra città e teatro sono lieto di confermare le agevolazioni previste per i siracusani perché gli spettacoli classici al Teatro greco sono anche una festa per l’intera città di Siracusa”.

 “Per il terzo anno consecutivo la Fondazione Inda conferma le “giornate siracusane” – ha aggiunto Giuseppe Piccione, presidente dell’associazione “Amici dell’Inda” -. Si tratta ormai di una bella tradizione che consolida ulteriormente il rapporto tra l’Inda e la città”.


In alto