Cronaca

Siracusa, sequestro “discarica” abusiva in via Adorno: due indagati per violazioni ambientali

SIRACUSA – Un’area alla Mazzarrona sequestrata dal Nictas della Procura e due indagati, a cui vengono contestati la violazione delle norme sull’ambiente e il deposito di materiale di risulta senza che siano state pianificate le necessarie autorizzazioni.

L’area interessata si trova in via Achille Adorno, ed è stata posta sotto sequestro perché trasformata in deposito di materiale di risulta. Il personale del Nictas dell’Asp 8, in servizio alla sezione di polizia giudiziaria della Procura di Siracusa, ieri mattina ha apposto i sigilli su tutta la superficie dove sono presenti montagne di detriti.

Il decreto di sequestro è stato adottato dal sostituto procuratore Antonio Nicastro, che sta coordinando le indagini e che ha iscritto al registro degli indagati due persone, collegate a vario titolo con l’area che sorge laddove fino a qualche anno fa c’era una strada, la prosecuzione di via Achille Adorno, poi sostituita da un anfiteatro o agorà, e recintata perché di proprietà privata.

Il sequestro è stato realizzato dopo una serie di denunce presentate da alcuni residenti della zona, che, affacciandosi dai balconi e dalle finestre delle loro abitazioni, avevano notato un’attività di smaltimento di materiale e detriti sulla vasta superficie dove insiste un cantiere.

(Foto di repertorio)


In alto