Politica

Siracusa, vicenda Bosco delle Troiane, l’assessore Genovesi: “È area comunale, piantumazione non in discussione”

SIRACUSA – “L’area su cui sorge il Bosco delle Troiane è senza ombra di dubbio un’area comunale e il progetto di forestazione urbana con la piantumazione di nuovi alberi non è in discussione”. Così interviene oggi l’assessore alle Politiche di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici, Giusy Genovesi in risposta alla lettera dell’associazione “Centro sportivo Epipoli”, che ha avanzato dei diritti su una porzione dell’area, alle spalle del Tribunale di viale Scala Greca (vedi locandina istituzionale in copertina), designata per la piantumazione di mille piantine di leccio come da lancio dello scorso maggio in occasione delle rappresentazioni classiche dell’Inda.

“È una situazione complessa a cui gli uffici stanno lavorando per porvi rimedio dopo la confusione che purtroppo nel tempo loro stessi hanno creato. Intanto per fare un po’ di chiarezza – prosegue l’assessore Genovesi – occorre precisare che il Bosco delle Troiane occupa una superficie di sette ettari, mentre la presunta concessione al privato ne riguarderebbe solamente uno. La piantumazione in quell’area, nella totalità dei sette ettari, ha inoltre ottenuto la piena fattibilità da parte degli uffici comunali competenti che non hanno sollevato alcuna anomalia. Invece – accusa l’assessore Genovesi – scopriamo che nel 2012, l’allora amministrazione Visentin decise in maniera alquanto discutibile di concedere ad un privato quel terreno per la realizzazione di un impianto sportivo, eludendo in toto la destinazione urbanistica a parco pubblico”.

“L’amministrazione è al lavoro per trovare la soluzione migliore a questa anomalia amministrativa, che comunque non coinvolge la totalità del bosco delle troiane, e allo stesso tempo garantire eventuali diritti dei privati. Nei prossimi giorni – conclude l’assessore – saremo in grado di fornire informazioni più dettagliate, attribuire responsabilità certe e concludere, una volta per tutte, questa vicenda surreale che si trascina da più di dieci anni”.


getfluence.com
In alto