Politica

Solarino, lavori alla scuola media, l’amministrazione replica all’opposizione

SOLARINO – “Vogliamo chiarire alla cittadinanza la situazione dei lavori di “messa in sicurezza” (non adeguamento sismico) presso la scuola media. Innanzitutto ci sia permessa una doverosa premessa, ovvero che la consegna dei lavori della scuola è prevista per il 29 ottobre. Questa data è ben chiara a tutti sin dal giorno di inizio dei lavori, soprattutto ai consiglieri di opposizione che vogliono speculare su questo. Chi parla addirittura di “ritardo dei lavori” rispetto al primo giorno di scuola, mente spudoratamente sapendo di mentire e noi non accettiamo tale scorrettezza”. Lo ha affermato il primo cittadino di Solarino Sebastiano Scorpo, dopo le dichiarazioni dei consiglieri di opposizione Gianni e Carpinteri.

Sulla vicenda del viaggio a Roma l’amministrazione afferma: “Detto ciò, il Sindaco si è recato a Roma perché il Ministero aveva bloccato il flusso dei pagamenti, di conseguenza la ditta aveva chiesto un nostro intervento per poter continuare serenamente i lavori. La nostra missione ha avuto esito positivo ed i lavori proseguono regolarmente. Questa mattina il Sindaco ha avuto un incontro con la ditta per chiarire la situazione e per constatare l’avanzamento dei lavori. Ebbene, causa una variante (tratti di soffitto in pessimo stato da mettere in sicurezza), la data del 29 ottobre potrebbe slittare di qualche settimana. A questo punto il Sindaco ha esposto che non ci si poteva permettere di prolungare i lavori nelle aule poiché i nostri bambini e le nostre famiglie avrebbero subìto dei gravi disagi. Quindi, dopo le nostre insistenze, la ditta ha preso l’impegno di completare e consegnare le aule entro l’inizio della scuola (14 settembre) “con al massimo uno slittamento di pochi giorni” e lasciare come ultimi i lavori presso le zone esterne del plesso”.

La nota si chiude: “In conclusione, noi siamo ben consapevoli delle difficoltà che si creerebbero se svolgessimo i doppi turni, ma stiamo spingendo e ci stiamo impegnando con tutte le nostre forze affinché questi disagi siano evitati o ridotti al minimo. Fra qualche giorno saremo comunque più precisi sui tempi”.


In alto