Cronaca

Solarino, rogo danneggia tre mezzi e una tettoia, arrestato 38enne

SOLARINO – Ieri, i carabinieri della Stazione di Solarino hanno tratto in arresto per “danneggiamento a seguito di incendio” il 38enne siracusano Massimo Musso.

I militari dell’Arma, durante un servizio di perlustrazione del territorio, hanno immediatamente notato una densa colonna di fumo che proveniva dalla periferia del centro abitato. Una volta giunti a ridosso dell’incendio, hanno notato un uomo che, “con fare furtivo”, si dirigeva nella direzione opposta.

Secondo quanto reso noto dai militari, alle domande rivoltegli circa la sua presenza in quel luogo, il Musso avrebbe affermato di aver “accidentalmente causato l’incendio gettando a terra un mozzicone di sigaretta”. Ma l’entità del rogo, i danni causati e la vicinanza dell’abitazione dell’ex compagna dello stesso, hanno reso per i carabinieri “poco credibile” tale versione dei fatti, i quali pertanto hanno proceduto all’arresto. L’incendio, di vaste dimensioni, ha determinato il danneggiamento di un camper, due mezzi agricoli e una tettoia in legno, prima di essere estinto dai Vigili del fuoco intervenuti.

Il 38enne, accompagnato presso i locali della Stazione Carabinieri di Solarino, dopo le incombenze di rito, è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari presso la sua abitazione, così come disposto dall’Autorità giudiziaria di Siracusa.

(foto di repertorio)


In alto