Archivio

Sull’ approvazione del disegno di legge sull’acqua pubblica si registra una dichiarazione dell’On. MArika Cirone Di Marco

marika cirone

L’Ars ha approvato il ddl per la ripubblicizzazione sul servizio idrico integrato. Con 46 voti favorevoli su 59 votanti, l’Aula ha compiuto la svolta, decidendo di percorrere la via della ripubblicizzazione e consentendo in forma residuale, a condizioni molto gravose e restrittive, il ricorso al privato. Sono state approvate anche tutte le norme di salvaguardia del personale degli ex Ato e delle ex aziende affidatarie del servizio, compreso  il personale ex Sai 8 finito sotto le macerie del fallimento. La tariffa dovrà progressivamente diventare unitaria sul piano regionale, mentre le Assemblee Territoriali Idriche composte dai Sindaci, fisseranno quella comune  per i loro ambiti. Ambiti che sono stati stabiliti in numero di 9 sulla base di criteri amministrativi e idrografici. Garantite le fasce deboli e il dimezzamento della tariffa se l’acqua non sarà utilizzabile per fini alimentari. Come tutte le leggi, presenta criticità e complessità frutto della storia pregressa dell’acqua in Sicilia e dei compromessi imposti dalla dura aritmetica dell’Aula, criticità per le quali sarà necessario e doveroso continuare a vigilare e applicarsi mantenendo la mobilitazione.

Resta il fatto emblematico – dichiara l’on. Marika Cirone Di Marco – che grazie all’art. 14 dello Statuto Siciliano, si è potuto dare seguito e interpretare la volontà espressa dal popolo dei referendari e dei sindaci siciliani, su cui abbiamo riposto fiducia. La maggioranza, il Governo, il Presidente hanno dimostrato – conclude la deputata regionale – di sapere guidare la partita, segnando un punto a loro favore.”


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto