Eventi

Anche la circoscrizione domani ricorderà le vittime delle Foibe

cassibile

Anche la circoscrizione di Cassibile ricorderà le vittime delle Foibe. Il presidente della Circoscrizione Paolo Romano dichiara: ” Uccisi dai partigiani comunisti di Tito solo perché erano italiani: una “pulizia” politica ed etnica in piena regola, mascherata come azione di guerra o vendetta contro i fascisti. In realtà nelle cavità carsiche chiamate foibe vennero gettati ancora vivi, l’uno legato all’altro col fil di ferro, uomini, donne, anziani e bambini che in quel periodo di grande confusione bellica si erano ritrovati in balìa dei partigiani comunisti jugoslavi. Il “Giorno del ricordo” non è solo dedicato alle vittime delle foibe, ma anche alla grande tragedia dei profughi giuliani: 350 mila costretti all’esodo, a lasciare case e ogni bene per fuggire con ogni mezzo in Italia dove furono malamente accolti. In gran parte finirono nei campi profughi e ci rimasero per anni. Le stragi avvennero all’indomani dell’armistizio dell’8 settembre 1943  firmato a Cassibile ( 3 Sett. 1943 ) quando si scatenò l’offensiva dei partigiani comunisti contro nazisti e fascisti. Nel mezzo furono colpiti indiscriminatamente tutti gli italiani. Ma il massacro più vasto fu messo in atto a guerra finita, nel maggio del 1945, per costringere gli italiani a fuggire dalle province istriane, dalmate e della Venezia Giulia. Secondo le fonti più accreditate le vittime furono almeno 5000, ma diversi storici parlano di diecimila e più. A distanza di anni ci sembra doveroso come istituzione ricordare e non dimenticare e per dare alle nuove generazioni un messaggio di speranza e di pace affinchè tragedie del genere non abbiano a succedere e perchè non ci siamo stragi classificate di sinistra e/o di destra ma solo uomini innoccenti vittime della follia umana”.


getfluence.com
In alto