Politica

Avola, emergenza Covid, il Comune pagherà l’affitto delle famiglie meno abbienti

AVOLA – Nell’emergenza economica determinata dalla pandemia da Coronavirus, la Giunta municipale guidata da Luca Cannata ha avviato l’iter per supportare “le famiglie i cui componenti non percepiscono alcun reddito o contributo per far fronte al pagamento di affitti e utenze”, nella direzione di “garantire il pagamento del canone di locazione per i mesi dell’emergenza con pagamento diretto al proprietario dell’immobile”. Lo si rende noto in un comunicato.

Tra le altre scelte intraprese, anche quella di disporre “riduzioni ed esenzioni Imu per il 2020 per le attività commerciali che hanno subito gravi ripercussioni economiche a causa della sospensione da Covid 19″. Avranno diritto al contributo solo coloro che sono, rispettivamente, in possesso di regolare contratto di locazione e in regola con il pagamento delle tasse e delle imposte.

Il sindaco Luca Cannata ha anche deciso con la propria Giunta di intervenire sulle tasse comunali, “sospendendo il pagamento relativo alle entrate tributarie ed extra tributarie con scadenza tra l’8 marzo e il 31 maggio fino alla data del 30 giugno”. Prevista “la riduzione o esenzione della Tari, della Tosap, del suolo pubblico e del servizio idrico per tutto il 2020 e anche per le utenze private”.

“Tutte queste esenzioni o riduzioni, disposte dalla Giunta come indirizzo ai propri uffici – si spiega nel comunicato – saranno determinati con un successivo provvedimento in base ai fondi stanziati dai Governi nazionale e regionale“.


getfluence.com
In alto