News

Carlentini, presentato il progetto di piattaforma comunicativa tra la diocesi di Abuja e le televisioni e radio cattoliche italiane

CARLENTINI – Una piattaforma comunicativa tra la Televisione e la Radio cattolica dell’arcidiocesi di Abuja in Nigeria e le Tv e Radio cattoliche italiane ed europee, che abbiano il cuore pulsante in Sicilia. E’ questo il progetto illustrato da don Patrick Tor Alumuku, direttore della “Catholic Television of Nigeria” agli operatori della comunicazione  nel corso dell’incontro dibattito sul tema: “l’importanza dei media cattolici nel contesto nigeriano” che si è svolto, mercoledì sera, nell’aula consiliare di Carlentini. L’iniziativa  è stata  promossa dall’Ucsi Siracusa e dalla “La Catholic Televisione Nigeria , Opere Internazionali di Misericordia Figlie di Maria  della Misericordia, in collaborazione dell’Associazione Radio Una Voce Vicina, Antenna Uno,  Franco Saccà e “Amici senza frontiere Italy” è stata   patrocinata  dall’assessorato alla Cultura del comune di Carlentini. L’incontro, moderato da Lidia Giorgio, è stato  aperto con i saluti del sindaco di Carlentini Giuseppe Stefio, del presidente dell’Associazione “Radio Una Voce Vicina in Blu” Michele Ruma e dal presidente dell’Ucsi di Siracusa Salvatore Di Salvo.

Durante l’incontro è intervenuta  Suor Mary Anne Nwiboko, direttore del centro Ain Karim di Carlentini . La relazione sul tema è stata affrontata dal direttore della “Catholic  Television of Nigeria” padre Patrick Tor Alumuku che ha affrontato diversi argomenti  tra  i  quali l’importanza dei media cattolici nel contesto nigeriano. “Noi siamo una televisione giovane – ha detto il direttore della Catholic Television of Nigeria” – e il nostro arcivescovo ha  chiesto di far giungere, con ogni mezzo, la Parola di Dio  per permettere a tantissimi fedeli di essere evangelizzati. Abbiamo bisogno di essere sostenuti affinchè il nostro messaggio arriva anche ai tantissimi nigeriani che vivono e lavorano in Europa e in Italia”.

Per il sindaco di Carlentini Giuseppe Stefio “la nostra comunità darà il proprio sostegno”, mentre il presidente dell’associazione “Radio Una Voce Vicina” Michele Ruma ha sottolineato il ruolo della radio nel contesto nazionale e all’interno della grande famiglia di Inblu. “Spesso i media, attraverso un racconto frammentato – ha aggiunto padre Patrick Tor Alumuku – , alimentano le discriminazioni e gli stereotipi nei confronti del popolo africano. Perciò abbiamo pensato che il nostro messaggio dovesse raccontare l’intera storia, per consentire alle persone di conoscerla. Abbiamo perciò pensato che il modo migliore di contrastare i pregiudizi fosse raccontare le nostre storie in prima persona utilizzando tutti gli strumenti e chiedendo la collaborazione e il sostegno ai tantissimi amici che vivono in Europa”.

Il direttore della “Catholic Television of Nigeria” ha incontro l’arcivescovo di Siracusa mons. Salvatore Pappalardo e il vescovo della diocesi di Noto mons. Antonio Stagianò e visitato gli studi radiofonici di Radio Una Voce Vicina inBlu. Il direttore Patrick Tor Alumuku ha incontrato esperti in comunicazione a Milano, Roma, Verona e Londra. “I mezzi di comunicazione in particolare quelli cattolici – ha detto il presidente provinciale dell’Ucsi Salvatore Di Salvo –  stanno avendo un ruolo importante  nello sviluppo e nell’evangelizzazione  in Africa. Noi dobbiamo collaborare affinchè si costruiscano ponti tra la Nigeria e l’Europa ”.


In alto