Hobby & Hi-Tech

Come si scambia il rapporto oro-argento quando scoppia una crisi

Nella terminologia commerciale, il “rapporto oro-argento” indica quante once d’argento sarebbero necessarie per acquistare un’oncia d’oro in un dato momento. In altre parole, è una misura della forza del prezzo dell’oro rispetto a quello dell’argento sui mercati finanziari.

Essendo due dei metalli preziosi più preziosi del pianeta, queste materie prime hanno una storia lunga e strettamente correlata che risale a secoli fa e molti commercianti di forex e materie prime moderni si affidano ancora ai loro livelli relativi di domanda e offerta come indicatore della forza e del futuro del mercato. direzione. Esaminiamo la relazione tra i due metalli in modo più dettagliato.

Qual è il rapporto oro-argento? Per calcolare il rapporto oro-argento in un dato momento, dividi semplicemente il prezzo dell’oro (per oncia) per il prezzo dell’argento per ottenere il tuo rapporto in tempo reale.

La saggezza convenzionale afferma che quando il rapporto restituisce una cifra notevolmente alta, ciò significa che i trader dovrebbero concentrare i loro investimenti sull’argento; ad esempio, quando l’argento sta andando (relativamente) a buon mercato, probabilmente sarai in grado di scaricarlo a un prezzo più alto nel prossimo futuro.

D’altra parte, un rapporto più basso tende a indicare che l’oro è in aumento – poiché è possibile acquistarne meno per la quantità equivalente di argento – e che potrebbe essere un buon momento per gli speculatori per saltare sul carro dell’oro prima del il prezzo si apprezza ulteriormente.

In effetti, molti investitori esperti spesso cercano di scambiare il loro argento con l’oro man mano che il rapporto si uniforma. In sostanza, se investi in argento quando è a buon mercato rispetto all’oro e poi lo vendi per acquistare oro in un secondo momento – in un momento in cui l’argento diventa sopravvalutato rispetto all’oro – spesso farai scambi di maggior successo rispetto a se stessi semplicemente scambiando con entrambi i metalli separatamente senza utilizzare il rapporto come barometro informale del valore.

 Per scoprire maggiori dettagli riguardo al tipo di investimenti che puoi fare e soprattutto a quando investire, ti consigliamo di leggere la guida sui migliori 5 broker forex

  • Una breve storia del rapporto oro-argento

Il rapporto oro-argento è stato in costante mutamento per la maggior parte del secolo scorso, a causa del fatto che i due metalli stessi subiscono regolarmente variazioni di valore in base alla domanda degli investitori e agli eventi geopolitici. Tuttavia, prima del 1900, molti governi mondiali fissavano effettivamente tassi fissi per il rapporto come parte delle loro politiche monetarie più ampie nel tentativo di promuovere la sicurezza finanziaria, il che rendeva il rapporto meno suscettibile all’influenza delle forze di mercato.

Ad esempio, il governo degli Stati Uniti ha introdotto un rapporto statico di 15:1 come parte del Coinage Act del 1792 prima di fare affidamento sulla discrepanza tra il valore dei due metalli come base per il suo sistema di valuta bimetallica durante il 1800 – e, tornando ancora più indietro, anche l’Impero Romano è documentato per aver implementato un rapporto oro-argento fisso, secondo quanto riferito fissato a 12:1.

Sorprendentemente, la ricerca dell’US Geological Survey suggerisce che c’è circa 17,5 volte più argento presente nella crosta terrestre rispetto all’oro, il che contribuisce in qualche modo a valutare il motivo per cui il rapporto tendeva sempre naturalmente a oscillare tra 12:1 e 18:1 durante quel periodo.

  • Come sfruttare il rapporto oro-argento durante il trading

La cosa fondamentale da capire sul rapporto oro-argento è che viene utilizzato principalmente da trader specializzati in beni forti, in particolare oro. Di conseguenza, il nome del gioco è acquisire quanto più oro possibile a lungo termine senza prestare molta attenzione ai cambiamenti del suo valore monetario sul mercato (poiché molti appassionati dell’oro considerano l’oro un deposito affidabile ea prova di recessione di valore e quindi un investimento evergreen).

  • Quali sono i rischi associati al rapporto oro-argento?

Mentre il principio del rapporto oro-argento può essere una guida pratica per i trader che cercano di specializzarsi in metalli, tieni presente che non è una scienza esatta; ciò che si qualifica come un ampliamento / restringimento significativo o estremo dei valori è una chiamata soggettiva e non esiste un modo sicuro per dire dal solo rapporto dove andranno i mercati.


getfluence.com
In alto