News

Confindustria Siracusa turismo, il presidente Bramanti: “C’è effettiva ripartenza, anche per città d’arte”

SIRACUSA – In vista della Pasqua il presidente della sezione Turismo ed Eventi di Confindustria Siracusa, Roberto Bramanti e la vicepresidente Patrizia Candela fanno il punto sul turismo in provincia di Siracusa.

“Da una prima ricognizione con le nostre strutture alberghiere e del comparto eventi – dice il presidente, l’augustano Roberto Bramanti – il weekend di Pasqua sembra lanciare un primo segnale positivo per il settore alberghiero dopo due anni drammatici e le criticità legate alla guerra in Ucraina e agli effetti pesanti del caro energia”.

Secondo la sezione di Confindustria, sul fronte delle prenotazioni, già da “qualche settimana si registra un’effettiva ripartenza che per la prima volta ha visto coinvolte anche le città d’arte, come Siracusa” (vedi foto della piazza Duomo nella settimana in corso), sebbene i numeri siano “ovviamente ancora lontani dal pre-Covid”. “Primi segnali positivi anche dalle destinazioni di mare – si aggiunge – Pesano sempre, tuttavia, le incertezze legate al conflitto, al caro energia e al Covid, non ancora debellato”.

“È un turismo prevalentemente di una clientela europea – fanno sapere gli albergatori di Confindustria Siracusa – All’appello manca ancora tutta quella porzione di mercato, per noi estremamente importante, ovvero quella proveniente dai paesi extra Ue. Questi primi segnali che stiamo registrando sono un momento di speranza di rinascita per un settore che ha sofferto moltissimo l’assenza di turismo”.

“Auspichiamo – aggiunge la vicepresidente Patrizia Candela – una precisa inversione di tendenza per l’estate e lanciamo l’appello alle Amministrazioni locali affinché si riesca ad assicurare qualità dei servizi, decoro urbano e buona fruizione dei nostri tanti luoghi turistici. Occorre altresì un impegno comune forte per far sì che nelle città eventi di richiamo possano spingere i cittadini a viaggiare e a godere delle bellezze del nostro territorio. Continueremo ad avere un dialogo costante con le Amministrazioni locali su questi temi”.


In alto