News

Protesta di Greenpeace contro petroliera con greggio russo al largo di Siracusa

SIRACUSA – Azione di protesta di Greenpeace questo pomeriggio dinanzi alla baia di Santa Panagia, a pochi chilometri dalla costa siracusana. Alcuni attivisti hanno effettuato manovre di disturbo a bordo di un gommone, con il supporto della nave “Rainbow warrior III“, contro l’ingresso in rada della petroliera “Scf Baltica“.

La petroliera, battente bandiera liberiana, proviene dal porto russo di Primorsk presumibilmente con un carico di greggio per il petrolchimico di Priolo. Gli attivisti sono riusciti a scrivere sulla fiancata della nave “Peace not oil” (“Pace non petrolio”). Appena ricevuta segnalazione, la Capitaneria di porto di Siracusa avrebbe inviato una motovedetta.

L’equipaggio della “Rainbow warrior” aveva già inscenato un’azione di disturbo nei confronti della stessa petroliera un mese fa nel mar Baltico. La protesta sarebbe finalizzata a sensibilizzare i governi occidentali a fermare l’importazione di petrolio e gas dalla Russia dopo l’invasione militare in Ucraina.


In alto