pubblicità elettorale
Politica

Elezioni Pachino, Ricupero annuncia la candidatura a sindaco: “È di rottura con la politica tradizionale”

PACHINO – “Mi candido a sindaco perché la città di Pachino e la comunità pachinese meritano un’alternativa politica rispetto al passato”. A dichiararlo attraverso un comunicato stampa è Emiliano Ricupero, annunciando l’intenzione di candidarsi a sindaco.

Le elezioni si terranno l’8 e il 9 giugno prossimi, in concomitanza con le europee, nel comune attualmente amministrato da un commissario straordinario, a seguito della sfiducia votata in consiglio comunale nei confronti dell’ex sindaco Carmela Petralito, eletta nell’ottobre 2021.

Ricupero è consulente previdenziale di 40 anni, impegnato nel sociale, si presenta quale “espressione di alcune realtà civiche e della parte sana del centro-sinistra cittadino“, come si legge nel comunicato. Nell’ultima consiliatura, è stato consigliere comunale di opposizione e capogruppo del Partito democratico.

Sul suo nome si era spaccato il circolo locale del Pd, in occasione della riunione di direttivo tenuta il 22 febbraio scorso, dopo la quale due comunicati divergenti avevano reso pubbliche le criticità. All’annuncio di Ricupero di essere “il candidato a sindaco indicato dalla maggioranza del direttivo cittadino del Partito democratico“, seguiva poche ore dopo la smentita del commissario provinciale del Pd, senatore Antonio Nicita, che faceva sapere come quel direttivo “a maggioranza, ha espresso forte interesse per la proposta rappresentata da Barbara Fronterrè, rispondendo positivamente all’appello lanciato da quest’ultima di costruire un fronte largo credibile in opposizione alle destre“.

La nostra è una candidatura di rottura rispetto agli schemi tradizionali della politica, soprattutto sul territorio pachinese – sottolinea adesso Emiliano Ricupero – Lavoriamo alla presentazione di due liste civiche che rappresentino la città a tutti i livelli e in tutte le zone. Il nostro sarà un percorso coerente con quello che abbiamo già detto ai cittadini: non siamo disposti a sacrificare le nostre idee per occupare temporaneamente una poltrona. Siamo abituati a confrontarci e a fare tesoro delle esperienze, per questo riteniamo di essere un’alternativa valida nello scenario politico che sta prendendo forma a Pachino“.

Pachino non può più permettersi esperienze amministrative fallimentari – conclude Ricupero – Negli anni in consiglio comunale ho lavorato per la città, ascoltando le problematiche delle diverse zone e prospettando le soluzioni. Oggi, dopo mesi di gestione commissariale che hanno garantito l’ordinaria amministrazione, serve lavorare sui temi: dalla sanità all’urbanistica, dall’agricoltura al turismo, Pachino ha bisogno di una squadra che sappia creare da subito i presupposti per il rilancio della città”.


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto