News

Floridia, celebrati in chiesa Madre i funerali dell’ex sindaco Arturo Spadaro

FLORIDIA – Si sono svolti questa mattina in Chiesa Madre i funerali di Arturo Spadaro sindaco del nostro comune dal 2007 al 2012. Le esequie sono state presiedute dall’Arciprete Parroco Don Genovese. Erano presenti il sindaco di Floridia Marco Carianni, gli assessori, il presidente del Consiglio Comunale, il comandante della polizia municipale. Vi era anche il Gonfalone del Comune di Floridia. Presenti anche conoscenti, colleghi che si sono stretti attorno alla moglie Rosetta e ai figli Salvatore, Daniela e Davide.

Nella sua omelia Don Alessandro Genovese ha detto: “La comunità di Floridia oggi saluta un figlio e un servo illustre di questa comunità. E quella parola che Gesù ci ha consegnato la glorificazione che passa attraverso il segno e il simbolo di un seme che muore per dare una moltitudine di vita ci viene incontro e ci aiuta a comprendere il mistero che oggi stiamo contemplando al termine della vita terrena del nostro fratello Arturo conosciuto, amato e stimato da questa comunità. Certamente in questo momento siamo anche chiamati a glorificare il Signore, a rendere grazie a Lui per i benefici che attraverso l’amabile persona del nostro fratello Arturo si è realizzato in questa comunità tre pilastri e tre grandi eredità. Penso che ci lasci, questo nostro fratello, raccogliendo proprio quello che è il sentire comune di questa comunità che in queste ore ha arricchito la persona del nostro fratello Arturo nella visione di doverlo salutare nella bellezza di quello che lui è e di quelli che sono stati gli incontri e le persone che hanno attraversato la sua vita. Una eredità che chiede oggi, come il seme, non solo e semplicemente di attraversare una morte ma soprattutto chiede a ciascuno di noi di poter portare frutto. Ed è la testimonianza della sua stessa vita, del suo stile di vita – aggiunge Don Alessandro – fondato su quello che è l’affetto e l’amore familiare. Chi ha avuto modo di incontrare lui ma la famiglia che lui stesso, secondo i valori cristiani ha realizzato secondo la volontà di Dio, sa che un chicco di grano che ha già portato molto frutto nella stima, nella semplicità, nella verità delle relazioni. Certamente c’è poi un’espressione che mi ha particolarmente colpito di un commento fatto da un nostro fratello l’immagine sempre aperta al servizio segnato proprio da quello che è stato il suo impegno lavorativo per questa comunità di Floridia: ed è il servizio come medico guardando anzitutto alla bellezza della persona attenzionado la necessità di ciascuno di voi. Quel seme che non ha avuto riserve per quelle che erano le sue cose personali ma disponibile pronto a morire per ogni sofferenza e difficoltà degli altri. E’ allora la sua Pasqua oggi che si associa pienamente alla Pasqua del Cristo Signore datore della vita e datore di ogni dono che ci fa riscoprire quanto è importante oggi essere servi per gli altri; che ci fa riscoprire quanto è importante stare da mangiare agli altri le nostre stesse nostre capacità con il nostro lavoro, il nostro servizio, il nostro compito, il nostro dovere nei confronti del nostro fratello che amiamo. E poi – continua – il servizio politico che ha contraddistinto in alcuni momenti della sua vita la sua esistenza per questa sua comunità. Un servizio che non ha guardato all’interesse personale, un servizio che da qualcuno è stato paragonato con un altro sindaco (dott. Pinnone. N.D.R.) amato dalla nostra comunità di cui custodiamo una lapide al palazzo comunale che ci ricorda la disponibilità verso il servire il bene comune di una città. Oggi allora il nostro fratello Arturo non solo lo accompagniamo verso la gloria del cielo, non solo invochiamo per lui la misericordia di Dio perché cancellata ogni traccia dell’umana fragilità possa prendere parte alla pienezza della gloria. Oggi raccogliamo anche una grande e bella eredità che per questa città diventa seme che muore e chiede di portare frutto”.

Al termine il sindaco Marco Carianni a nome della città ha rivolto un saluto alla famiglia ricordando la stima e l’affetto nei confronti del dott. Spadaro


In alto