Elezioni amministrative 2017

Floridia, elezioni amministrative: le dichiarazioni di Limoli e Scalorino

FLORIDIA – Come da noi anticipato a poche ore dall’avvio delle operazioni di spoglio, con l’ufficialità giunta nelle prime ore della mattina, a contendersi la poltrona di primo cittadino al ballottaggio del prossimo 25 giugno saranno Giovanni Limoli che ha ottenuto il 27,59% pari a 3.468 voti e il sindaco uscente Orazio Scalorino che ha avuto il 27,46% pari a 3.452 voti.

Gli altri candidati hanno ottenuto le seguenti percentuali: Salvo Burgio 15,98% (2.009), Francesco Conti 12,99% (1.631), Giuseppe Bastante 5,86% (737), Pasquale romano 4,04% (508), Stefano Petruzzello 3,49% (438), Osvaldo Russo 2,59% (326).

Dai dati definitivi emerge la netta differenza che c’è tra i due candidati che vanno al ballottaggio e il resto dei candidati. Da questi dati emerge anche il tracollo della nuova Primavera Floridiana che dopo 35 anni non avrà alcun rappresentante in consiglio comunale.

Il candidato a sindaco Gianni Limoli ci ha dichiarato: “Ringrazio i miei concittadini per avermi dato questa fiducia. Un risultato a mio giudizio eccezionale. Io non sono stato consigliere comunale in questi cinque anni, non  sono il sindaco di Floridia ma sono un comune cittadino che ha sempre lottato per l’interesse della mia città. Mi sono presentato e mi pare che il risultato è sotto gli occhi di tutti che è molto positivo. Tra quindici giorni si rivota al ballottaggio, si comincia una nuova campagna elettorale anche perché la situazione adesso è diversa. Non ci sono i consiglieri comunali, non ci sono altri candidati”. Per quanto riguarda possibili apparentamenti con altre forze politiche il dott. Limoli ci ha risposto: “Bisogna pensare alla maggioranza. Abbiamo già avuto l’esperienza con questo sindaco che non ha cercato la maggioranza prima ne dopo  e il paese è rimasto non  ben governato. Per me è una cosa importante cercare una maggioranza per cercare di mettere in opera quello che è il programma elettorale che abbiamo presentato agli elettori. E’ ovvio che da parte mia c’è la ricerca di una dell’apparentamento e della ricerca di una maggioranza stabile”.

Il sindaco uscente Orazio Scalorino ha dichiarato: “Noi stiamo valutando i risultati anche delle liste e mi auguro che si possa mettere il sindaco nelle condizioni di poter amministrare la città e mi auguro che non ci siano inciuci vari che potrebbero portare ulteriori difficoltà e quindi a non avere delle maggioranze  stabili in consiglio comunale. Maggioranze raccogliticce che poi alla fine potrebbero determinare anche ricatti nei confronti di chi amministra. Questo è quello che valutiamo, faremo la campagna elettorale per il ballottaggio considerando anche questi aspetti e soprattutto portando avanti ancora i nostri punti programmatici”. Sulla questione degli apparentamenti Scalorino ci ha detto: “Dobbiamo valutare se ci sono i presupposti per fare gli accordi e via dicendo”.


In alto