Elezioni amministrative 2020

Floridia, il candidato sindaco Salvo Burgio spiega le ragioni della sua candidatura

FLORIDIA – Il 4 e il 5 ottobre a Floridia si voterà per l’elezione del primo cittadino e il rinnovo del consiglio comunale. Uno dei candidati alla poltrona di sindaco è Salvo Burgio. Il noto professionista già consigliere comunale dal 2007 all’ottobre 2010, e di assessore dal novembre 2010 al maggio  2012 e dall’agosto 2017 fino all’ottobre 2018.

Dott. Burgio come mai ha deciso di candidarsi alla carica di Sindaco?

“Per quanto riguarda la competizione politica odierna, la quale determinerà il futuro assetto amministrativo del nostro Comune, negli ultimi  mesi ho più volte fatto appello alla maggior parte delle  forze politiche locali affinché si giungesse  alla determinazione comune di una designazione unitaria del candidato a sindaco attraverso il metodo condiviso – ci ha dichiarato Salvo Burgio -,  democratico e trasparente, delle elezioni primarie, in modo da evitare la pletora di candidati che porta inevitabilmente alla frantumazione del voto e che i miei concittadini oggi, sicuramente, non comprendono. Purtroppo, nonostante gli sforzi comuni, il progetto di una candidatura unitaria espressione di forze moderate non è andato a buon fine. Di fronte alla evidente impossibilità di trovare un accordo per giungere ad una candidatura unitaria, confortato dall’ascolto di amici preziosi e più volte sollecitato da settori importanti della società civile, dal comparto imprenditoriale e dal mondo delle professioni della nostra città, è maturato in me il convincimento di affidare  alla volontà dei cittadini la validità della mia candidatura a sindaco di Floridia.  Una candidatura, la mia, che rappresenta dunque la sintesi di un multiforme e variegato mosaico delle realtà che compongono la comunità floridiana: persone semplici, pensionati, studenti, professionisti, imprenditori, disoccupati, giovani e meno giovani che mi sono vicini, che mi hanno dato fiducia in tutti questi anni e che hanno deciso di convergere sul mio nome riscontrando il consenso di alcune significative espressioni politiche presenti sul territorio. In questo momento particolare per la vita cittadina, in cui la pandemia da covid 19 ha suscitato paure, angosce e  difficoltà enormi mettendo tutti  a dura prova e disgregando le trame di un tessuto sociale già fortemente sfibrato  da incertezze, difficoltà ed urgenze,  ritengo  fondamentale avere con me una squadra di tecnici, professionisti ed esperti di provata esperienza provenienti dai diversi settori della pubblica amministrazione che affianchino il Sindaco e la squadra di Assessori nel loro  quotidiano impegno amministrativo e  che, soprattutto, siano  in grado di progettare e di  attrarre finanziamenti regionali, nazionali ed europei per liberare l’Ente dalle pastoie di una gestione amministrativa del contingente e dell’emergenza e dare finalmente  ristoro alle esangui casse comunali, unitamente a un intervento di razionalizzazione delle entrate che garantisca maggiori controlli ed equità sociale”.

Quali sono le priorità del suo programma?

“In questa ottica, risulta prioritario dotarsi di un team di esperti perché non bisogna perdere il treno dei finanziamenti che il governo nazionale ha avviato  a seguito della pandemia da Covid – 19 e  che si dispiegherà nei prossimi mesi e nel 2021. Su questo aspetto, che rappresenta uno dei nodi cruciali del mio programma politico-amministrativo, intendo soffermarmi per illustrare alcune importanti dinamiche che interesseranno la nostra vita da qui ai prossimi mesi. Il nostro Governo ha avviato la programmazione di una politica di “deficit spending” e di congelamento del Patto di stabilità dei Comuni a seguito della pandemia che ha colpito l’Europa e il mondo intero.  Proprio in questi mesi il Governo, con il Decreto “Rilancio”, convertito in legge – dichiara Salvo Burgio -, ha istituito per gli Enti Locali un fondo per fare fronte alla crisi di liquidità necessaria a garantire le risorse per assicurare i servizi indifferibili dell’Ente, dando la possibilità agli enti locali di semplificare la procedura della rinegoziazione dei mutui sospendendone la quota capitale.  Il Governo, inoltre, ha istituito un Fondo liquidità per il pagamento dei debiti commerciali degli enti locali concedendo un’anticipazione ai Comuni – come il nostro – che si trovano in stato di carenza di liquidità, al fine di fare fronte al pagamento dei propri debiti di carattere commerciale certi, liquidi ed esigibili, restituibili con un piano di ammortamento in trenta anni. Entro tale complessa strategia di rilancio, il Governo  ha anche previsto una integrazione del fondo per le politiche della famiglia, ma, soprattutto, con tale manovra vengono anticipate risorse, da parte del ministero delle infrastrutture,  destinate allo sviluppo sostenibile nei settori dell’edilizia pubblica, dell’efficientamento energetico, della manutenzione della rete viaria, del dissesto idrogeologico, della prevenzione del rischio sismico e della valorizzazione dei beni culturali e ambientali.  A tutto ciò si  aggiungeranno, nel corso del 2021, i fondi che l’Unione Europea metterà a disposizione dei governi nazionali con il “Recovery Found”,  istituito per finanziare la ripresa degli Stati europei colpiti dalla Pandemia da Covid -19 e che saranno destinati a investimenti infrastrutturali.  Se, infine, il Governo dovesse ricorrere anche ai fondi del MES (Meccanismo Europeo di Stabilità), le cui risorse dovrebbero essere destinate al miglioramento delle infrastrutture nel settore della Sanità e dell’edilizia scolastica, si può ben comprende come  la scelta di un candidato sindaco preparato ad affrontare tali tematiche insieme ad una  squadra di assessori e di esperti competenti si rivela di fondamentale importanza per il futuro della nostra città. Non possiamo trovarci impreparati di fronte a tutto questo. Siamo consapevoli delle difficoltà che si profilano, ma siamo altrettanto convinti che oggi, in questo momento tra i più difficili della nostra storia repubblicana, chi ha maturato esperienza nell’amministrazione della città, dimostrando lealtà ed onestà, abbia il dovere morale di spendersi per il bene comune. Floridia ha bisogno di un “grande rammendo” del suo territorio attraverso interventi ingenti nella riqualificazione di strade e infrastrutture; di una attenzione competente alla qualità della vita e al benessere condiviso, con un particolare riferimento agli anziani, alle fasce deboli e ai nuovi profili di cittadinanza, da interpretare come risorse e non come svantaggio. Floridia ha bisogno di tornare a vivere e di riprendersi le sue occasioni mancate, la sua memoria, la sua storia, il suo futuro”.

 

 

 


getfluence.com
In alto