Politica

Floridia, il sindaco Scalorino fa il punto della situazione in un comizio

comizio scalorino1

Floridia –  Il sindaco di Floridia Orazio Scalorino ha fatto un resoconto della sua attività amministrativa durante un comizio in Piazza del Popolo gremita di  cittadini. Il sindaco ha parlato anche della mozione di sfiducia presentata dai consiglieri comunali di opposizione e che poi in consiglio non è passata.

“La mozione di sfiducia è l’ultimo dei miei pensieri sia per come è nata, sia per  le conseguenze che poi ha prodotto. Sarebbe potuta essere molto nociva nei confronti della città per tante ragioni  e fortunatamente non è passata. Certo ci sono delle questioni da dovere affrontare con molta attenzione e chiederò e farò una grande apertura a quei consiglieri comunali che hanno deciso di non votare la mozione di sfiducia. E’ la prima volta ho avuto la maggioranza in consiglio comunale dopo lunghi quattro anni. Per quanto riguarda il prosieguo amministrativo io sono sereno ho le idee chiare. Ci sono alcuni fondamentali che indicherò in un tavolo  di discussione che voglio aprire con quei consiglieri comunali e anche perché ho assunto un dovere morale nei confronti della città e voglio portarlo a termine”.

Sulla questione riguardante una possibile apertura di un centro per migranti nel quartiere Vignalonga il sindaco ha precisato: “Per quanto riguarda questa vicenda purtroppo non c’è nulla di effettivo. Io personalmente, tuttavia, credo che sia veramente eccessivo collocare un centro di qualsiasi tipo, di qualsiasi natura all’interno di un quartiere. Mi schiero non a favore del quartiere, io sono per l’accoglienza, però l’accoglienza deve essere condivisa. Ho parlato già con i residenti del quartiere Vignalonga e individueremo un percorso comune” . Il primo cittadino di Floridia nel suo intervento, più volte interrotto dagli applausi dei sostenitori, ha parlato anche del piano di gestione dei rifiuti: “Noi nel 2014 abbiamo approvato un piano di gestione dei rifiuti che aveva dei punti fondamentali. In primo luogo era quello di aumentare la raccolta differenziata. Questo obiettivo potevamo raggiungerlo soltanto attraverso la raccolta dell’umido. Un altro obiettivo era quello di eliminare tutti i cassonetti che sono presenti nel centro urbano con la realizzazione di alcune isole ecologiche in alcune zone soprattutto quelle residenziali dei grandi condomini della città. Un  altro obiettivo  era quello di privatizzare e dare in gestione il centro comunale di raccolta. E poi soprattutto l’obiettivo più importante era quello di poter aumentare il numero dei netturbini che si occupano della raccolta dei rifiuti nella  nostra città. Questo era uno degli aspetti fondamentali perché in questo momento noi dovremmo rendere pulita Floridia con appena 20 netturbini quando il vicino Comune di Solarino che è appena un terzo del comune di Floridia ha lo stesso numero di netturbini. Abbiamo applicato la legge – aggiunge Scalorino – , e abbiamo considerato quelle che sono le linee guida previste da parte della Regione che prevedono un rapporto da 1 netturbino ogni 650 abitanti. Il piano dei rifiuti è stato bocciato da parte di questo consiglio comunale che lo ha modificato e a sua volta la Regione ci ha risposto che quelle modifiche non erano opportune perché non migliorative. Questa amministrazione voleva rendere un servizio per la gestione dei rifiuti efficiente e l’efficienza passa anche attraverso gli operai che possono pulire questa città. 28 netturbini voleva dire poter dare un posto di lavoro ad altri otto padri di famiglia che vivono a Floridia e che purtroppo per varie vicissitudini hanno perso il loro posto di lavoro”. Il sindaco ha parlato anche del piano sicurezza nelle scuole, del bilancio e di altri problemi della


getfluence.com
In alto