Politica

Floridia, la giunta taglia 20 mila euro al Carnevale, carristi sul piede di guerra

FLORIDIA – Da qualche mese alcuni giovani stanno lavorando ai carri allegorici per il Carnevale 2019. Ma alcuni di loro sono sul piede di guerra dopo che la Giunta Municipale ha ridotto i finanziamenti della Festa di Carnevale 2019. I responsabili dei cantieri sostengono che: “dopo la delibera di giunta presentata il 23 novembre, che riduce i soldi della festa del Carnevale da 30.000 a 10.000 euro. I cantieri Blackout, Metediflo, Svalvolati, Sikulab e Cantiere Siciliano dopo aversi tassato di somme non indifferenti si trovano ridotti i soldi in bilancio da 30.000 a 10.000. Dopo una riunione con l’ex assessore allo sport e spettacolo Tata Giuseppe che con il peg in mano dimostra che questa nuova giunta ha ridotto tale somma, mantenendo comunque la maggior parte dei soldi per la festa dell’Ascensione.  I cantieri – chiedono – che se qualora tali riduzioni sono dovute ad una grossa crisi economica è giusto eliminare totalmente le somme del carnevale e dell’Ascensione, qualora i revisori dei conti diano parere favorevole è chiaro per rispetto dei cantieri, che hanno anticipato tali somme venga preferito il Carnevale all’accensione”.

“L’ex Assessore e consigliere  Giuseppe Tata dichiara ” prima che mi venisse revocata la delega allo sport e spettacolo, insieme al funzionario avevo predisposto una bozza di delibera di giunta che impegnava 18.000 per i premi dei carri allegorici e gruppi mascherati, mi chiedo perché questa amministrazione prediliga la Festa dell’Ascensione rispetto al carnevale. Pare che ci sia un accordo tra l’attuale vicesindaco e primo cittadino basato sulla realizzazione del palio ippico”.


In alto