News

Floridia, questione randagismo, dichiarazione dei volontari dell’Enpa

FLORIDIA – Dopo le recenti aggressioni da parte di un branco di cani in Piazza Pertini nel quartiere Taverna e la presa di posizione dei cittadini rispondono i volontari dell’ENPA di Floridia. “A seguito dei gravi fatti avvenuti in zona Taverna a Floridia – dichiarano -, noi volontari cerchiamo di tutelare, oltre che i randagi di questo paese, anche le persone, e siamo enormemente dispiaciuti degli eventi spiacevoli che si sono verificati, ma non accettiamo assolutamente le continue minacce rivolte ai volontari, sempre disponibili a intervenire per arginare e risolvere, nei limiti delle loro forze, questo grave problema: il randagismo. Il randagismo è dovuto soprattutto alla mancanza di senso civico dei Floridiani ed alla totale assenza delle istituzioni di questo paese, che in tal modo, hanno addossato questo enorme problema e tutte le responsabilità, totalmente sulle spalle dei volontari, che ricordiamo sono normali cittadini, come tutti voi. Le leggi devono essere applicate sia per le persone, sia per gli animali; la legge nazionale 281 del 1991 obbliga tutti i Comuni alla tutela dei randagi del proprio territorio e li obbliga altresì a disporre di un rifugio sanitario e ad avere una convenzione con un rifugio privato o pubblico che sia. Il comune di Floridia da quattro anni agisce fuori legge, e gli unici ad arginare il randagismo, in questi anni, sono stati i volontari che hanno tolto un numero enorme di cani dal territorio – aggiungono -, facendoli adottare soprattutto al nord, allo scopo di non fare degenerare una situazione già critica, e lo hanno fatto anche e soprattutto per la sicurezza dei cittadini Floridiani. In cambio i volontari sono stati minacciati ed insultati da questi bravi cittadini. Ora chiediamo a tutti i floridiani di non fare gli omertosi e di denunciare nel caso in cui si vedano abbandonare intere cucciolate o cani da parte di privati, non di minacciare chi cerca di risolvere il problema; se amate Floridia cercate di fare la cosa giusta e rispettate la legge. È importante che sappiate che chiunque incentivi a risolvere il problema del randagismo con metodi estremi, verrà segnalato alle autorità e denunciato dagli avvocati dell’Ente Nazionale Protezione Animali, in quanto vietato dalla legge. Ci rivolgiamo alla parte nobile di questo paese, e sappiamo che esiste, vi chiediamo di darci una mano, anche con una raccolta fondi, per la sterilizzazione dei randagi sul territorio, poiché è l’unico modo per fermare il randagismo e placare gli animi dei cani nei periodi degli accoppiamenti. Ci auguriamo di avere una risposta a questa richiesta di aiuto. Floridia non può e non deve essere solo degrado e mancanza di senso civico”.

 


getfluence.com
In alto