News

Floridia, una fiaccolata per ricordare il panificatore Nuccio Sortino

FLORIDIA – “Per non dimenticare” è stato lo slogan della fiaccolata in memoria del panificatore floridiano Nuccio Sortino ucciso due anni fa da tre giovani floridiani. Alla manifestazione erano presenti i familiari di Nuccio Sortino, il sindaco Gianni Limoli, il presidente del consiglio Antonio Caccamo, l’Assessore Bordonaro e i consiglieri Vassallo, Beltrami, Tralongo, Bonanno e Infalletta. Era presente anche una delegazione della Croce Rossa Italiana, dell’azione Cattolica della Chiesa, i rappresentati dell’associazione antiracket  e i rappresentanti delle forze dell’ordine e della Prefettura. Il corteo è giunto in Chiesa Madre dove l’arciprete Antonino Loterzo ha celebrato la messa di suffragio. La manifestazione è nata ed organizzata dall’associazione Freccia Nobile collaborati dall’associazione Nuovi Segni e con il patrocinio del Comune di Floridia  che  hanno raccolto l’invito dei familiari per ricordare degnamente la figura di Nuccio Sortino uomo onesto e grande lavoratore. Nuccio  Sortino è stato uno dei fondatori dell’associazione antiracket e antiusura a Floridia.Dopo la Santa Messa si è svolta  la commemorazione al Palazzo Raeli dove l’artista floridiana la pittrice Vanessa De Grandi ha esposto quattro quadri raffigurante Nuccio Sortino con i tre figli.

Il primo cittadino Gianni Limoli  ha dichiarato: “Oggi abbiano ricordato Nuccio Sortino, un amico, nostro concittadino. Una persona che è stata tolta all’amore della famiglia prima del tempo. Una persona che è stata uccisa e ci domandiamo perchè è stata uccisa?. E’ stato ucciso perchè ha commesso nulla. Però ci sono delle aggravanti a questo nulla è una cosa gravissima non fare nulla. E’ stato ucciso perchè c’è l’aggravante perchè è stato un padre di famiglia esemplare che ha sempre voluto bene la  propria famiglia in maniera particolare che per essa si è sacrificato creando dell’attività che ancora oggi esistono e insistono per i propri figli e per la propria famiglia. Ma non solo questa aggravante, l’aggravante che – aggiunge il sindaco Limoli – è stato  un imprenditore ha dato lavoro e ha contribuito a quella che è l’economia del nostro paese anche questo è stato un motivo perchè è stato ucciso. E’ stato ucciso anche perchè è stato un amico di tutti e l’ha dimostrato in maniera eccezionale proprio per il lavoro che aveva. Quante persone in un periodo di grande difficoltà economica si sono presentate da lui chiedendo un aiuto. Ma lui oltre ad avere un senso grande di democrazia e di collaborazione per il proprio paese,  ha un grande senso della giustizia perchè è stato contro la violenza, contro il malaffare tant’è che è stato uno dei soci fondatori della associazione antiracket e antiusura qui a Floridia non è una cosa da poco. Nuccio Sortino è stato ucciso da una parte malata della nostra società, della nostra comunità. Ora come è vero che noi sindaci  dobbiamo  non dimenticare e non  far dimenticare. Noi abbiamo l’obbligo – prosegue – di andare a curare questa parte della nostra società malata. Le forze dell’ordine agiscono in maniera forte su crimini già avvenuti invece noi dobbiamo evitare che questi crimini avvengono il più possibile. Dico questo e dico parte malata perchè chi ha ucciso sono stati dei ragazzi. Noi abbiamo l’obbligo come amministrazione di andare ad agire su queste famiglie, andare ad agire su questi ragazzi. Significa fare prevenzione questa è la cosa importante. Fare prevenzione all’interno della nostra comunità. Nuccio Sortino non ci trasmette odio. Una persona che si è comportata in una certa maniera all’interno della nostra comunità non  parla di vendette, non parla d’odio ci trasmette questo. Nuccio Sortino vuole che ciò che è capitato a lui non succeda un’altra volta”.

Il presidente dell’associazione Freccia Nobile Luca Cantone ha sottolineato che: “l’associazione Freccia Nobile è stata invitata dai familiari di Nuccio in particolare dai figli Angelo, Nancy e Josie e dall’amica di famiglia Sebastiana Calarco in quanto vicina alla nostra associazione ci ha invitati ad organizzare la manifestazione che dovesse andare oltre alla semplice messa in suffragio del ricordo di Nuccio. Si è pensato tutti insieme in concerto con l’Amministrazione Comunale di organizzare una fiaccolata che partisse proprio dal panificio di Nuccio attraversando le vie cittadine  e arrivasse in Chiesa Madre dove padre Loterzo ha officiato la messa in ricordo di Nuccio Sortino. Poi una manifestazione successiva dove sono stati esposti dei quadri che i figli hanno voluto realizzati  da una delle componenti della nostra associazione l’artista Vanessa De Grandi,e che venissero esposti  insieme a 350 pani proprio per ricordare Nuccio Sortino che era un panificatore di Floridia che si è speso nella sua vita per questa attività che ora i figli stanno portando avanti anche forti di quell’impegno del padre in questo settore”.


getfluence.com
In alto