Eventi

Giornate Fai d’autunno, a Siracusa weekend alla scoperta dei “segreti” di Capo Santa Panagia

SIRACUSA – “I segreti di Capo Santa Panagia: il mare, la pietra, gli uomini“. Questo il filo conduttore del luogo visitabile nel capoluogo aretuseo nell’ambito delle Giornate Fai d’autunno, in programma nel fine settimana di sabato 16 (ore 10-17) e domenica 17 ottobre (ore 10-16,30).

Dopo una chiusura durata circa 40 anni, per asseriti “problemi gestionali”, la delegazione Fai (Fondo ambiente italiano) di Siracusa ne aprirà i cancelli per “far conoscere il misterioso e ricco tesoro salvato dall’attento sovrintendente – si legge nella nota sul sito web del Fai – e che sicuramente sarà una piacevole sorpresa per l’intera città”.

Immerse nel verde della campagna sono osservabili centinaia di metri di Mura, in parte ancora ben conservate, fatte costruire tra il V e IV secolo avanti Cristo da Dionisio il Vecchio a difesa della città, la base di un enorme edificio sempre di epoca greca, un santuario rupestre dello stesso periodo scavato nella roccia e perfettamente conservato, latomie di superficie disseminate ovunque, un sorgente di acqua con una bellissima scala di epoca greca scavata nella roccia (vedi foto di copertina, ndr), carraie e tanti altri resti che faranno emergere e meglio comprendere ai visitatori la grandezza e l’opulenza della città nel passato.

“È da precisare – si apprende ancora dal sito del Fai – che tutta l’area non è mai stata interessata da scavi archeologici o studi scientifici e che cercheremo di interpretare, con l’aiuto di archeologi e di storici locali, le evidenze oggetto delle nostre giornate”.

Tutti i visitatori potranno sostenere il Fai. È infatti suggerito un contributo non obbligatorio di 3 euro. La donazione online consentirà, a chi lo volesse, di prenotare la propria visita, assicurandosi così l’ingresso nei luoghi aperti dal momento che, per rispettare la sicurezza di tutti, i posti saranno limitati. La prenotazione online è pertanto consigliata. Le visite si svolgeranno nel pieno rispetto delle misure anti-Covid vigenti e, in base alle disposizioni del decreto-legge del 23 luglio 2021, l’accesso (anche ai luoghi di carattere naturalistico) sarà possibile solo alle persone in possesso di Green pass, con eccezione per i bambini al di sotto dei 12 anni.


In alto