Cronaca

Lentini, arrestato 29enne per una rapina e tre furti “a volto scoperto” ai danni di esercizi commerciali

LENTINI – Ieri, i militari della Stazione Carabinieri di Lentini, a conclusione di breve ma intensa attività info-investigativa, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica presso il  Tribunale di Siracusa, pienamente concordante con le tesi investigative degli investigatori, il 29enne lentinese Giuseppe Siracusano, per “rapina e furto aggravato commessi con spregiudicatezza, e a distanza di pochissimi giorni, in danno di svariati esercizi commerciali di Lentini”. Rintracciato all’interno della sua abitazione, è stato associato dai carabinieri al carcere “Cavadonna” di Siracusa.

Gli elementi di prova raccolti dai militari dell’Arma di Lentini, nel corso delle indagini, hanno evidenziato un ben definito quadro accusatorio idoneo a sostenere l’emissione del provvedimento da parte dell’Autorità giudiziaria aretusea in ordine ai reati contestati.

In particolare, nel pomeriggio del 2 agosto scorso, il giovane sarebbe entrato a volto scoperto all’interno di un centro estetico, intimando alla titolare di consegnare l’incasso della giornata. A seguito della reazione della proprietaria, ci sarebbe stata una violenta colluttazione, con il rapinatore a scaraventare a terra la donna, riuscendo comunque ad impossessarsi della somma di 600 euro contenuta all’interno della cassa. I militari intervenuti, visionando le immagini del sistema di videosorveglianza del centro estetico, avrebbero immediatamente individuato nel 29enne il presunto autore della rapina, resosi irreperibile.

Secondo gli investigatori, nei giorni successivi, nonostante sapesse di essere ricercato dai militari, lo stesso giovane si sarebbe dimostrato ancora più spregiudicato, compiendo in rapida successione, sempre a viso scoperto e, in alcuni casi, anche in presenza di testimoni, tre furti ai danni di altrettanti esercizi commerciali (un negozio di abbigliamento, un negozio di casalinghi e un bar), creando allarme sociale fra i commercianti di Lentini. Anche in questi tre casi sono stati visionati dai carabinieri i rispettivi sistemi di videosorveglianza, che hanno ripreso le azioni criminose.

Secondo quanto ricostruito dai militari, il modus operandi nei primi due colpi è lo stesso, atteso che l’individuo, in orario notturno e a viso scoperto, dopo aver danneggiato le vetrine d’ingresso, presumibilmente con grosse pietre, si introduceva all’interno dei locali, impossessandosi del denaro contenuto nei registratori di cassa. Il furto in danno del bar, invece, è stato commesso con l’aggravante della destrezza: infatti il malvivente si era introdotto all’interno del locale e in modo repentino si era impossessato della somma in denaro contenuta all’interno del registratore di cassa, approfittando di una momentanea distrazione del banconista.


In alto