Politica

Melilli, il sindaco Carta aderisce al Partito democratico. Ma l’ex Fi non si sbottona sulle regionali

MELILLI – Il sindaco Peppe Carta, riconfermato a Palazzo Crescimanno con il plebiscito di un mese fa, aderisce al Partito democratico. Dopo settimane di indiscrezioni, si è tenuta stamani nella saletta “Carta” adiacente alla sede municipale la conferenza stampa di ufficializzazione alla presenza del deputato del Pd, Fausto Raciti, già segretario regionale del partito.

Nell’ottobre del 2017, pochi mesi dopo la prima elezione, il “civico” Carta aveva aderito a Forza Italia destando clamore. Sembra che i rapporti con i berlusconiani si siano incrinati per le ultime elezioni amministrative, alle quali la deputata regionale e commissario comunale forzista Daniela Ternullo ha partecipato candidandosi in lista a sostegno dello sfidante di Carta.

Se l’operazione formalizzata stamani viene interpretata nei corridoi della politica in chiave di “sfida” tra le correnti interne del Pd siracusano per le imminenti elezioni regionali, con una candidatura di Peppe Carta quale alternativa altrettanto competitiva a quella di Gaetano Cutrufo, il sindaco di Melilli non si sbottona dichiarandosi semplicemente “a disposizione del partito”.

Ecco le dichiarazioni nella videointervista.


In alto