Archivio

Noto. Parte il ‘Progetto Terra’ sulla violenza di genere.

Progetto T.E.R.R.A., acronimo di “Territori ed Esperienze in Rete: Risorse Antiviolenza”, il progetto inserito tra le azioni di sistema del nuovo Piano di Zona 2013/2015 del Distretto Socio-Sanitario 49, che comprende i Comuni di Lentini, Carlentini e Francofonte.

Il progetto intende realizzare un’azione informativa e di sensibilizzazione sul fenomeno della violenza di genere, con il coinvolgimento di servizi sociali, sistema sanitario, scuole, forze dell’ordine, autorità giudiziaria, centri antiviolenza, associazioni di volontariato.

Alla base del progetto sta l’idea di  mettere insieme le conoscenze dei singoli soggetti sul fenomeno della violenza di genere sia la precondizione per formare un patrimonio di saperi e di risorse idoneo a costruire strategie e interventi adeguati ai bisogni di prevenzione del territorio. Lo strumento per mettere a frutto questo patrimonio viene individuato in una rete locale che costituisca un nodo importante della più ampia rete di relazione prevista dalla legge regionale 3/2012 “Norme per il contrasto e la prevenzione della violenza di genere”.

La prima fase del progetto consisterà proprio nella costituzione della rete di relazione come presupposto per la realizzazione delle successive azioni. Sarà attivato un protocollo di rete in cui saranno definite le competenze dei singoli soggetti e individuate le procedure e le metodologie di lavoro da adottare per integrare politiche, saperi, risorse e per mettere a punto buone pratiche. Sin dalla prima fase e per tutta la durata dell’azione progettuale sarà costituito uno sportello informativo che costituirà il riferimento operativo e di raccordo dell’intero progetto.

Seguirà una seconda fase di azioni informative/formative e di messa a sistema: analisi, raccolta ed elaborazione dei dati; istituzione banca dati informatizzata; monitoraggio del fenomeno della violenza di genere nel territorio; azioni di informazione e sensibilizzazione; laboratori di educazione di genere nelle scuole; mappatura dei servizi e delle opportunità per un facile accesso da parte delle donne.

Durante il triennio si consoliderà la rete di relazione che resta il presupposto della capacità di sviluppare azioni sinergiche sempre più mirate ad intercettare ed accogliere la domanda d’aiuto della donna.

Obiettivo avanzato è il passaggio da una fase a carattere prevalentemente informativo/comunicativo/formativo a una fase di raccordo/interazione dei servizi di prevenzione e protezione in rete. Il compito di regia riguarderà prioritariamente il Servizio Sociale Professionale del Comune di Lentini, che curerà, in concerto con i soggetti aderenti alla rete locale, le azioni di coordinamento, monitoraggio e valutazione del progetto.

Con il progetto T.E.R.R.A. , grazie alla sensibilità e al lavoro tenace messo in campo dalla dott.ssa Linda Linfazzi, coordinatrice del settore Servizi Sociali, le politiche di pari opportunità del Comune di Lentini si arricchiscono di uno strumento prezioso che consentirà, per il rilievo assunto dalla tematica nel Piano di Zona Sociosanitario, interventi più incisivi e organici di prevenzione e contrasto della violenza di genere.


In alto