Archivio

Nuova Clinica Villa Rizzo, Liuzza: “Garantiamo la salute pubblica”

clinica villa rizzo

Siracusa – La procura della Repubblica di Siracusa aperto un’indagine sulla morte di una donna di 53 anni avvenuta nei giorni scorsi al pronto soccorso dell’Ospedale Umberto I° di Siracusa. Da quanto si apprende la donna aveva subito qualche ore prima un intervento chirurgico presso la Nuova Clinica Villa Rizzo di Siracusa e poi trasferita al pronto soccorso per l’aggravarsi delle condizioni. 

Sulla vicenda è intervenuto l’amministratore unico della Nuova Clinica Villa Rizzo Giuseppe Liuzza il quale dichiara: “Avevamo segnalato in data 15.12.2015 alle autorità sanitarie ed alla Procura della Repubblica di Siracusa la nostra preoccupazione per l’attività del Dott. Gianluigi Rizzo che, immediatamente dopo la riconsegna dell’azienda,  aveva stravolto l’organizzazione aziendale ponendo ai vertici della struttura sanitaria le Sigg. Daniela Romano e Maria  Argentino – già indagate con il Dott Gianluigi Rizzo per estorsione -, la dott.ssa Rossitto, nonchè a capo della struttura l’Avv. Carmelo Gentile – fiduciario del Rizzo e coniuge della Sig.ra Romano – che non ha alcuna esperienza in ambito sanitario. In data 16 dicembre si è verificato il primo incidente che ha determinato la morte di una paziente.  Mai in ventisei anni di gestione (24 della Nuova Clinica e due della curatela) si era verificato un episodio così grave – aggiunge Liuzza -, Si teme che ora si tenterà di insabbiare il tutto. Ed invece, a fronte di un fatto così grave, occorrerebbe capire con quali criteri i vertici aziendali in momento così delicato di radicale riorganizzazione aziendale,  abbiano valutato la idoneità della struttura ad assumere il rischio clinico dell’intervento, quali presidi, quali controlli e quali iniziative siano state adottate quando – nella immediatezza – è apparso chiaro che l’intervento non era andato bene.  Tutto questo andrebbe verificato da parte di chi, come la Procura della Repubblica e l’Assessorato Regionale alla Salute di Palermo, ha fatto di tutto per consentire al Dott Gianluigi Rizzo la immediata operatività aziendale, prescindendo da ogni verifica concreta sulla idoneità della struttura, così come smembrata dai nuovi vertici della società, a garantire la salute pubblica. Tutto questo si teme non sarà mai chiarito e finirà per contribuire a fa crescere l’ingombrante fardello, di anomalie che caratterizzano “questo strano caso della Nuova Clinica Villa Rizzo”  Gli atti sono a disposizione di chiunque voglia sapere la verità”.

 


getfluence.com
In alto