Eventi

Ortigia film festival, presentata la 14ª edizione. Attesi Jasmine Trinca, Abel Ferrara, Carlo Verdone

SIRACUSA – Al via, dal 16 al 23 luglio, la quattordicesima edizione di “Ortigia film festival“, anche noto con l’acronimo “Off”, il festival internazionale di cinema della città di Siracusa, diretto da Lisa Romano e Paola Poli. Un’edizione all’insegna di grandi nomi del cinema nazionale e internazionale.

Ortigia film festival si svolgerà, come da tradizione, nelle piazze del centro storico della città di Siracusa tra arena “Minerva”, arena “Logoteta” e nella sala “Ferruzza Romano” dell’Area marina protetta del Plemmirio.

Tra gli ospiti presenti: Jasmine Trinca ad aprire il concorso il 16 luglio con “Marcel!”, Abel Ferrara in apertura con il suo “Pasolini” per il centenario della nascita del poeta, e il 17 con il documentario “Alive in France” sul tour francese con la sua rock band, occasione che lo vedrà sul palco per un intervento musicale. Abel Ferrara riceverà il “Premio Off14 international award”. Carlo Verdone in chiusura il 23 luglio per l’omaggio a Maurizio Marchitelli, nel ricordo dell’amico scenografo con cui ha collaborato a partire dal 1995. A Verdone andrà il “Premio all’eccellenza cinematografica di Off14”. Questi solo alcuni tra gli ospiti presenti a Siracusa. A fare da madrina del festival l’attrice Aurora Giovinazzo.

La giuria del “Concorso Lungometraggi opere prime e seconde italiane” sarà presieduta dal giornalista e sceneggiatore Andrea Purgatori. Con lui due interpreti del cinema tricolore: Emanuela Fanelli e Giorgio Tirabassi.

Sette i lungometraggi in concorso. “Marcel!” di Jasmine Trinca, con Alba Rohrwacher, Maayane Conti, Giovanna Ralli, Umberto Orsini, Dario Cantarelli, Valentina Cervi, Valeria Golino, Giuseppe Cederna: una storia di amori e di eventi imprevedibili tra una bimba, sua madre e un cane di nome Marcel. “Vetro” di Domenico Croce, che sarà presente al festival con Carolina Sala, e che vanta nel cast Tommaso Ragno, Marouane Zotti: una ragazza affetta da sindrome Hikikomori, che da un tempo indefinito non esce dalla propria stanza, si convince che nel palazzo di fronte ci sia una donna segregata; dovrà combattere tra il desiderio di salvarla e l’impossibilità di uscire dalla propria casa. “Una relazione”, di Stefano Sardo alla presenza del regista e di Guido Caprino; nel cast anche Elena Radonicich, Thony, Libero De Rienzo, Alessandro Giallocosta, Isabella Aldovini, Francesca Chillemi, Enrica Bonaccorti, Sara Mondello, Tommaso Ragno: la fine della storia d’amore di una coppia senza figli e la consapevolezza che le persone cambiano. “Una femmina” di Francesco Costabile, alla presenza di Lina Siciliano; nel cast anche Fabrizio Ferracane, Anna Maria De Luca, Simona Malato, Luca Massaro, Mario Russo, Vincenzo De Rosa, Francesca Ritrovato: amore, morte, mafia e famiglia nella storia di Rosa, sola contro tutti. “Settembre”, l’opera prima di Giulia Louise Steigerwalt alla presenza di Thony; nel cast anche Fabrizio Bentivoglio, Barbara Ronchi, Tesa Litvan, Margherita Rebeggiani, Luca Nozzoli, Andrea Sartoretti: in un giorno di settembre tre personaggi si accorgono che la vita in cui si ritrovano non è quella che sognavano. “La cena perfetta” di Davide Minnella, alla presenza del regista e dello sceneggiatore Stefano Sardo; nel cast anche Salvatore Esposito, Greta Scarano, Gianluca Colucci aka Fru, Gianfranco Gallo, Antonella Attili, Antonio Grosso: l’occasione di riscatto per un camorrista dal cuore tenero e una chef alla ricerca della perfezione. “Calcinculo” di Chiara Bellosi, alla presenza di Andrea Carpenzano; nel cast anche Gaia Di Pietro, Barbara Chichiarelli, Giandomenico Cupaiuolo, Francesca Antonelli, Alessio Praticò, Claudia Salerno: quando la giostra gira veloce sembra di volare e non si vorrebbe scendere mai, ed è quello che succede a Benedetta quando incontra Amanda.

Per la quattordicesima edizione di Off saranno tre le sezioni non competitive. La prima, “Cinema e musica”, con la proiezione di “Alive in France”, di Abel Ferrara; “Ennio” di Giuseppe Tornatore; “Fantasma Neon” di Leonardo Martinelli; “Qualcosa brucia ancora” di Daniele Gangemi; “A-HA, the movie” di Thomas Robsahm, Aslaug Holm.

La seconda, “Cinema women”, sarà composta da “Girl picture” della  finlandese Alli Haapasalo; alla presenza della protagonista Linnea Fredrika Leino “Non sono mai tornata indietro” di Silvana Costa che incontrerà il pubblico del festival; “Jane by Charlotte” di Charlotte Gainsbourg; “The black Christs. Far from justice” di Monica Manganelli; “Cha” di Xiwen Miao.

Per la sezione “La voce del mare”, in collaborazione con l’Area marina protetta del Plemmirio, saranno proiettati: “Watson” di Lesley Chilcott; “Cocktail effect” di Roberta Torre; “A dream called vendée” di Niccolò Maria Pagani; “Sea robot – The challenges of marine exploration” di Daniela Genta; “Missione Euridice” di Marco Spinelli.

Tra le proiezioni speciali: “Pasolini” di Abel Ferrara che racconta l’ultimo giorno in vita di Pier Paolo Pasolini; “Cyrano” di Joe Wright , il musical internazionale ad alto budget girato tra Siracusa e Noto; “Il Palazzo” di Federica Di Giacomo; “La custodia” di Maurizio Forestieri; “Tragodia” di Marco Latour; “Tutù” di Lorenzo Tiberia.

Il festival celebra il mito di Monica Vitti attraverso l’immagine del manifesto e con la presentazione del libro “Monica. Vita di una donna irripetibile” di Laura Delli Colli edito da Rai Libri. L’incontro con Laura Delli Colli è previsto domenica 17 luglio e sarà condotto da Steve Della Casa. Per l’occasione, Aurora Giovinazzo leggerà alcuni brani del libro accompagnati dal commento di alcune sequenze tratte dai film che hanno resa celebre Monica Vitti.

Per il “Concorso internazionale Cortometraggi” a presiedere la giuria sarà lo scrittore, giornalista e critico musicale Ernesto Assante insieme all’attrice Rosa Palasciano e alla produttrice Micaela Di Nardo. Diciassette i cortometraggi in concorso, che spaziano tra generi e tematiche.

Tra gli eventi del festival la lezione di Ernesto Assante Viaggio nella musica di Woodstock che si terrà il 22 luglio: attraverso filmati d’epoca e aneddoti, racconterà il più grande evento rock della storia che ha cambiato la storia del rock, e di un’intera generazione. Tra gli eventi, anche l’incontro con Claudio Fava autore del libro “Centoventisei”: brani letti da David Coco, modera Fabio Granata.

Si rinnova anche quest’anno la collaborazione con il Csc – Centro sperimentale di cinematografia di Palermo. A capitanare la giuria del “Concorso Documentari“, sarà Federica Di Giacomo, tutor Csc Sicilia. In giuria, gli allievi Csc della scuola nazionale di cinema, sede Sicilia. A suggellare l’importanza della collaborazione il premio al miglior documentario sarà intitolato come di consuetudine al critico Sebastiano Gesù.

I documentari in concorso sono: “Dadalove” di Chiara Agnello, “The yellow queen – A road movie” di Lucio Arisci, “Il giovane corsaro” di Emilio Marrese, “Ti racconto tuo padre” di Daniele Gangemi, con l’attore Fabrizio Bracconeri.

“Il Festival è annoverato nel calendario degli eventi cinematografici più importanti del bacino del Mediterraneo – si legge nel comunicato dell’organizzazione – Il Festival ha sviluppato una forte identità legata al cinema italiano, ma allo stesso tempo, ha rinnovato e ampliato la propria offerta, esplorando nuove realtà nel campo dell’audiovisivo e conquistando spazio a livello nazionale e internazionale. Per la visibilità e il consenso ottenuto nel tempo da parte delle istituzioni”. Infatti, Ortigia film festival, fondato da Lisa Romano con l’associazione culturale “Sa.Li.Ro’”, ha ricevuto la prestigiosa medaglia del Presidente della Repubblica e, negli anni, il sostegno di: Ministero della Cultura, Comune di Siracusa, Regione siciliana, Assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, Sicilia film commission, nell’ambito del progetto “Sensi contemporanei”, Siae, Unesco, Rai. Il Festival annovera inoltre il sostegno della Siae, Società italiana degli autori ed editori.


In alto