News

Pachino, costituita la sezione territoriale di Federalberghi. Alla guida Edoardo Caldera

PACHINO – L’associazione provinciale albergatori afferente a FederalberghiConfcommercio ha una nuova territoriale a Pachino. Eletto ieri presidente del nuovo organismo di rappresentanza locale l’imprenditore Edoardo Caldera.

A ricoprire il ruolo di vicepresidente sarà Cristina Celeste, inoltre del consiglio direttivo faranno parte Rebecca Tomarchio, Maria Giovanna Fratantonio e Desiré Bruno.

“Orgoglioso di poter rappresentare gli imprenditori del territorio cui appartengo – dichiara il neoeletto presidente Caldera – Ringrazio per la fiducia che i colleghi hanno riposto in me. Insieme auspichiamo di avviare un dialogo costante con la pubblica amministrazione”.

Tra gli obiettivi posti dal nuovo direttivo territoriale Federalberghi, infatti, spicca la necessità di un confronto costante con la pubblica amministrazione sui temi dell’ordine pubblico, della viabilità e della lotta all’abusivismo. “Siamo tutti consapevoli del grande lavoro che l’Arma dei carabinieri svolge quotidianamente – continua Caldera – e, mossi dalla gratitudine nei confronti di tutte le Forze dell’ordine che con i loro interventi premiano gli imprenditori virtuosi, confidiamo nell’operatività consueta del presidio su Marzamemi per garantire una nuova sicura stagione turistica”.

“Solo grazie all’intensificazione dei controlli si potrà valorizzare il lavoro di chi segue correttamente le regole di mercato e arginare i fenomeni illeciti che danneggiano l’immagine complessiva del territorio che, negli ultimi anni, è diventato meta turistica apprezzata – si legge nel comunicato del direttore di Confcommercio Siracusa, Francesco Alfieri – rappresenta un presidio di legalità per i suoi associati che in essa trovano assistenza e supporto; la nascita della sezione territoriale di Federalberghi rispecchia l’interesse degli imprenditori del turismo dell’intera provincia di Siracusa che intendono promuovere servizi di accoglienza di qualità secondo una logica di rete e di valorizzazione del territorio”.


In alto