Cronaca

Pachino, divieto di avvicinamento all’ex compagna e obbligo di firma per 37enne netino

PACHINO – Agenti della Polizia di Stato, in servizio al Commissariato di Pachino, hanno eseguito una misura cautelare di allontanamento dalla casa familiare, dell’obbligo del divieto di avvicinamento e dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, emessa dal Tribunale di Siracusa, nei confronti del 37enne netino I.G..

La misura cautelare, scattata a conclusione di un’attività di indagine, scaturisce dalla denuncia presentata lo scorso mese giugno dalla ex compagna dell’indagato, che ha denunciato di avere subito maltrattamenti, aggressioni violente nei propri confronti e del figlioletto, nonché dei propri genitori.

In particolare, secondo gli inquirenti, questi si sarebbe reso responsabile di maltrattamenti nei confronti dell’ex compagna, iniziati quando la donna era incinta, e di lesioni cagionate alla stessa in più occasioni durante l’anno in corso. L’indole violenta avrebbe portato l’uomo a esternare la propria aggressività contro l’ex compagna anche mentre la stessa teneva in braccio il piccolo, facendo rovinare entrambi a terra e provocando lesioni al bambino di pochi giorni, che perdeva i sensi per un trauma cranico diagnosticato dall’ospedale “Umberto I” di Siracusa.

Analogamente, in altre occasioni, avrebbe percosso il suocero, con schiaffi e pugni, facendolo cadere a terra davanti ai familiari e al nipotino, e in altra circostanza avrebbe minacciato la compagna e i genitori della stessa.

Il 37enne dovrà tenersi ad almeno 100 metri di distanza dalla ex compagna e presentarsi quotidianamente alla P.G. per l’obbligo di firma.

(foto di repertorio)


In alto