Sport

Piano gestione dei rifiuti conferenza stampa del sindaco di Floridia Scalorino

confstampa

Floridia – il piano di gestione dei rifiuti è stato oggetto di una conferenza stampa del Sindaco di Floridia Orazio Scalorino. Il primo cittadino ha ribadito che allo stato attuale la nostra città non ha un piano dei rifiuti e quindi non si è potuto procedere alla gara di appalto per il nuovo piano. Per quest’anno il sindaco ha ribadito che è stata scongiurata l’ecotassa ma che il problema si ripresenterà nel 2017. Il sindaco ha lamentato che fino ad oggi il consiglio comunale per ben dieci volte non ha affrontato il punto messo all’ordine del giorno. Il sindaco ha anche letto una lettera inviata dalla Regione dove boccia le modifiche fatte dal consiglio comunale. Il primo cittadino ha anche dichiarato di aver mandato tutti gli atti alla Procura della Repubblica, alla Corte dei Conti e fra qualche giorno le invierà anche all’ANAC.

Noi abbiamo – dichiara il sindaco Scalorino – fatto tutto quello che avremmo dovuto fare per garantire alla città un piano di gestione adeguato alle esigenze del terrotorio. Prendiamo atto che per ben dieci volte sul punto il consiglio comunale non si è espresso e questo consiglio è andato deserto. Se il piano deve passare dal consiglio comunale per le modifiche necessarie che vogliono fare che li facciano. Tenendo conto del fatto che la prima volta la Regione con una nota ha bocciato le loro modifiche perchè non rispondenti alle linee guida ma soprattutto perchè contrari ai pareri tecnici che sono stati dati da parte dei funzionari. Io ho come obiettivo quello di risolvere il problema dei rifiuti in tempi brevi, ho fatto quello che avrei dovuto fare, in questo caso ognuno si deve assumere le sue responsbilità io mi sono assunto le mie. Ovviamente io avrei voluto un confronto politico su questo argomento, non c’è stato e ho dovuto adire anche all’utorità giudiziaria competente per poter fare chiarezza su un un punto che a questo punto ha dei contorni veramente foschi”.

All’assessore Faraci abbiamo chiesto quali sono i punti fondamentali di questo piano di getione dei Rifiuti. “I punti fondamentali – ha risposto l’assessore ai lavori pubblici Claudia Faraci – sono le unità immobiliari singoli compresa la Marchesa, compreso il Santuzzo alto tutte le zone della città consolidata. Restano fuori le zone periferiche dove ci sono i condomini che verranno gestite con cinque isole ecologiche quindi una per ogni zona periferica: Serrantone, Taverna, Vignalonga e la zona artigianale. Alla taverna ne sono previste due perchè il limite di distanza deve essere garantito. Abbiamo inserito la gestione del Centro comunale di raccolta alla dittà che si aggiudicherà l’appalto ma tutti gli incentivi della differenziata vengono dati al comune. L’umido tre volte a settimana e una volta l’indifferenziata, carta e cartone negli altri due giorni e in più ci sarà la raccolta di altri materiali al CCR cosa che attualmente non avviene e gli ingombranti che verranno ritirati a domicilio anche perchè le persone più anziane non possono consegnare al CCR. Poi abbiamo aumentato le unità per lo spazzamento verranno pulite altre zone in maniera meccanizzata così come è stato fatto adesso per il centro storico. Ci saranno due macchine spazzatrice anziché una. E poi il discorso dei sacchetti sul quale bisogna chiarire. L’importo segnato non è l’importo che vanno a pagare i cittadini. Gli importi che sono segnati in questo momento nel piano finanziario sono gli importi che vanno a gara che poi dovranno essere oggetto di ribasso o di proposta migliorativa del servizio”.


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto