News

Siracusa, al Teatro Greco la mostra fotografica “La Polizia che ti aspetti”

SIRACUSA – “La Polizia che ti aspetti” è il titolo della mostra fotografica inaugurata sabato pomeriggio, nel foyer del Teatro Greco di Siracusa, alla presenza di tutte le autorità cittadine e del Direttore Centrale delle Specialità della Polizia di Stato, Prefetto dr. Roberto Sgalla.

Si tratta di una fotogallery prestigiosa ed emozionante, aperta al pubblico da domani e fino al 21 maggio prossimi, nella “Sala Caravaggio” della Soprintendenza per i BB.AA.CC. di Siracusa, dove è stata sistemata dopo l’inaugurazione al Teatro Greco, in occasione dell’apertura del nuovo ciclo di rappresentazioni classiche. Le foto sono state realizzate dal maestro Massimo Sestini, per raccontare le Specialità, cioè i settori strategici della Polizia di Stato in cui, per garantire quella tutela e quell’attenzione che il cittadino si aspetta, serve appunto una formazione “speciale”.

Il viaggio su strada e sui binari (per la Polizia Stradale e Ferroviaria), la navigazione web (per la Polizia Postale), le garanzie di sicurezza nelle piazze e negli stadi, nelle operazioni di soccorso in caso di calamità naturali (per i Reparti Mobili) sono tutti territori in cui si esprimono libertà fondamentali del cittadino, che vanno tutelate.

E “Specializzati” sono quei settori, come i Reparti Volo, i Cinofili, i Cavalieri, gli Artificieri, i Tiratori scelti, i Sommozzatori e il Settore Nautico, che mettono in campo professionalità e passione al servizio della complessità del sistema sicurezza.

Una mostra fotografica che illustra non solo immagini ma anche lo spirito che anima le donne e gli uomini della Polizia di Stato, una esposizione che – nelle parole di Roberto Sgalla, Direttore Centrale delle Specialità – rappresenta “un’occasione d’incontro con la gente e gli studenti, un modo per far conoscere un pezzo della polizia italiana”, una polizia che accompagna la quotidianità della gente e, formata ad ascoltarne i bisogni, capace di confrontarsi con tutte le anime della società, con quelle pacifiche e con quelle violente, con quelle “forti” e soprattutto con quelle ritenute più deboli.

Una Polizia che garantisce il rispetto delle regole, come presupposto necessario di libertà, ma che è anche abituata a gestire le emozioni delle persone, dalla paura alla rabbia, dal sollievo alla gioia, come ben fotografano le immagini di Sestini, da cui emergono l’autorevolezza ma anche la sensibilità e l’umanità del poliziotto che vive la strada. Una mostra speciale dunque, per una Polizia Speciale nella sua contemporaneità.

A questo proposito la Prof.ssa Rosalba Panvini, Sovrintendente ai Beni Culturali di Siracusa, a cui si deve l’allestimento dell’esposizione nella sala Caravaggio, ha affermato che le immagini del maestro Massimo Sestini, assumono un valore emblematico, perché consentono di scoprire e comprendere pensieri sicuramente latenti nella coscienza di ciascuno, ma che vengono resi espliciti dalle fotografie dell’artista con un’efficacia che fino ad oggi non aveva forse mai raggiunto un tale livello.Gli scatti fotografici rappresentano agenti della Polizia di Stato che giornalmente offrono il loro servizio nei più svariati ambiti. Questi specialisti, che rappresentano circa il 25% di tutti gli

appartenenti alla Polizia, operano in ambienti e contesti complessi dove non è sufficiente la formazione base del poliziotto ma occorre addestramento mirato ed esperienza. Lo Specialista opera per la sicurezza dei trasporti in quei territori lineari che sono le strade e i binari; naviga sul web per prevenire e contrastare i crimini informatici; è presente nelle piazze e negli stadi per garantire la legalità e l’esercizio delle libertà; è in prima linea nelle operazioni di soccorso e nelle calamità naturali.

La Polizia Stradale svolge la sua attività prevalentemente sulla rete autostradale italiana e sulle principali strade di comunicazione con l’obiettivo di garantire la sicurezza della circolazione, nella difficile ricerca di un punto di equilibrio tra le esigenze della mobilità e la tutela della vita e dell’incolumità. La Polizia Ferroviaria si occupa della prevenzione e repressione dei reati, nonché della tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in ambito ferroviario, sugli oltre16.000 Km di linea ferrata. La Polizia Postale e delle Comunicazioni è costantemente impegnata alla prevenzione ed al contrasto della criminalità informatica, in uno scenario nel quale la continua evoluzione tecnologica influenza ogni azione del nostro vivere quotidiano.

Poi ci sono i quindici Reparti Mobili della Polizia di Stato che svolgono il loro servizio su tutto il territorio nazionale. Il loro principale compito istituzionale è la tutela dell’ordine pubblico al fine dell’ordinato svolgimento di manifestazioni ed eventi di rilievo nazionale ed internazionale nel nostro Paese. Concorrono, altresì, al soccorso pubblico in occasioni di eventi calamitosi e ad operazioni di controllo del territorio. Da ultimo ci sono i Reparti Volo, il Settore Cinofilo, il Settore a cavallo, il Settore Nautico, i Sommozzatori gli Artificieri antisabotaggio,che sono operatori addetti alla neutralizzazione degli ordigni esplosivi con particolare riferimento a quelli improvvisati o di fattura artigianale di solito utilizzati per le azioni terroristiche ed i Tiratori scelti.

I dodici scatti di Massimo Sestini costituiscono una vera e propria epopea visiva di immagini, in cui vengono rappresentati l’impegno ed il sacrificio quotidiano offerto dagli operatori di Polizia, raccontati con l’occhio attento del fotografo.


getfluence.com
In alto