Politica

Siracusa, Alternativa Libera raccoglie le firme per convocare un consiglio comunale per parlare della Gestione degli asili nido

firma anche tu

Siracusa – Da domani, il movimento Alternativa Libera sarà  presente nelle piazze per raccogliere le  firme per la convocazione di un consiglio comunale dove si parli della gestione degli asili nido. “Per adesso il primo banchetto confermato sarà domani sera dalle 18 alle 21 presso il Monumento ai Caduti/ingresso Pista Ciclabile Abbiamo inviato i moduli alla Segreteria Generale, dopo averli protocollati. Successivamente verranno da essa spediti alle varie Circoscrizioni. Quando sarà possibile firmare nelle Circoscrizioni ne daremo notizia. Nel frattempo da domani iniziamo a far firmare i cittadini nelle piazze. Abbiamo rivolto ai consiglieri comunali di opposizione l’invito a presenziare ai nostri gazebo per poter certificare le firme raccolte. Avevamo chiesto al sindaco – dichiara il presidente di alternativa libera Salvatore Russo –  di convocare una seduta del consiglio comunale aperto al pubblico per fare chiarezza sulla gara per l’affidamento della gestione degli asili nido del Comune, che hanno comportato l’iscrizione nel registro degli indagati di un assessore e dell’ex capo di gabinetto. Dopo 10 giorni, di fronte ad ulteriori scandali avvenuti nelle ultime ore, il sindaco, appena rientrato da un viaggio in Cina, si è limitato a fare una blanda conferenza stampa, ma non si è espresso nel merito sulla nostra proposta. Pensiamo che la sede opportuna dove la politica e le istituzioni si debbano confrontare con i cittadini sia il Consiglio Comunale e non una sala per la conferenza stampa. Per tale motivo abbiamo protocollato l’istanza e i moduli per la raccolta firme, in base all’art. 65 dello Statuto Comunale sugli strumenti partecipativi. Crediamo sia la prima volta che a Siracusa si coinvolgono i cittadini, tramite una istanza con cui essi chiederanno al sindaco di confrontarsi con loro. Invitiamo anche le forze politiche tutte, i consiglieri comunali e quanti vorranno a firmare l’istanza. Il cittadino torni ad occuparsi della cosa pubblica e chieda al sindaco un confronto su un tema come il rispetto della legalità”.


In alto