Cronaca

Siracusa, arrestati due fratelli presunti autori di numerosi furti ad Ortigia

SIRACUSA – I Carabinieri del Comando Stazione di Ortigia, al termine di una complessa attività d’indagine, hanno eseguito due misure di ordinanza custodia cautelare in carcere emesse dal G.I.P. del Tribunale di Siracusa su richiesta della locale procura, nei confronti dei fratelli Garofalo, Sebastiano detto “u Cavaleri”, classe 1979, e Salvatore detto “Pucci”, classe 1984, ritenuti, unitamente ad un altro siracusano, autori di numerosi furti, tutti nella zona di Ortigia.

Le misure rappresentano il risultato della paziente e costante attività d’indagine dei Carabinieri della Stazione di Ortigia che da mesi ricevevano le denunce e le lamentele di turisti e di chi vive ad Ortigia, poiché vittime dei furti perpetrati dai due.

In particolare il Garofalo Sebastiano nel luglio scorso avrebbe commesso un furto con strappo a danno di una donna facendola cadere a terra e provocandole la frattura del femore, si sarebbe reso responsabile di un furto all’interno di un centro di scommesse, forzando una gettoniera e sottraendo più di 2000 euro, all’interno di un ristorante sottraeva un pc, un cellulare.

Avrebbe inoltre rubato un orologio di valore e, con la tecnica del “cavallo di ritorno”, minacciando la vittima che non avrebbe mai più rivisto il suo orologio, avrebbe chiesto il pagamento di 300 euro.

Si sarebbe introdotto, ancora, in un’abitazione, fingendosi il proprietario e facendosi aiutare da altri che erano caduti nell’inganno, utilizzando come espediente il fatto che fosse rimasto chiuso fuori, e sarebbe riuscito a rubare 7 orologi di elevato valore, nonché una macchina fotografica.

Il Garofalo Salvatore, invece, ha commesso il furto di diverse biciclette e violato più volte le prescrizioni della sorveglianza speciale a cui era sottoposto, inoltre è stato più volte arrestato in flagranza di reato proprio dai Carabinieri di Ortigia, sempre per reati conto il patrimonio.

I due arrestati sono stati condotti presso il carcere di Cavadonna.


In alto