Cronaca

Siracusa, arrestato tunisino per furto di 70 chili di cavi di rame alla Fanusa

SIRACUSA – Nel corso della mattina di ieri i carabinieri della stazione di Belvedere, insieme ai colleghi del Norm di Siracusa, hanno tratto in arresto per furto aggravato di materiale ferroso Faraj Wahid, disoccupato tunisino di 39 anni.

Durante il pattugliamento di aree rurali della località Fanusa, i carabinieri hanno notato un uomo a bordo di un ciclomotore, che si aggirava in zona con una sacca carica oltremodo di materiale ferroso. Pertanto hanno deciso di seguirlo e infine, con l’ausilio dei militari del Norm, l’hanno fermato e controllato.

All’interno della borsa sono stati rinvenuti, oltre ad una cesoia di grandi dimensioni, complessivamente 70 chili di cavi in rame, risultati poi essere stati trafugati da due impianti di sollevamento acqua (trivelle) di due distinti appezzamenti di terreno, poco distanti, nonché dalla palificazione “Telecom” per 50 metri circa.

La refurtiva è stata sequestrata dai carabinieri, mentre il Faraj è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di rito direttissimo.


La Gazzetta Siracusana su facebook

LE CITTÀ DEL NETWORK

Copyright © 2023 La Gazzetta Siracusana.it
Testata editoriale iscritta al ROC con numero 25784
Direttore responsabile: Cecilia Casole
PF Editore di Forestiere Pietro - P. IVA 01864170897

Copyright © 2016/2023 PF Editore

In alto