Elezioni amministrative 2018

Siracusa, ballottaggio, Paolo Cavallaro (FdI): “Musumeci conferma validità progetto del centrodestra”

SIRACUSA – Ha tenuto banco, fin dall’apertura del candidato sindaco di centrosinistra Francesco Italia, il possibile accordo con Fabio Granata, ufficializzato oggi con la sua designazione nell’eventuale giunta del numero due dell’amministrazione Garozzo.

Una scelta che non è stata gradita da Nello Musumeci, presidente della Regione, intervenuto nel pomeriggio “collocando” Diventerà bellissima nell’area del centrodestra, con il relativo invito a sostenere Ezechia Paolo Reale, candidato a sindaco del centrodestra (vedi articolo). Ad accogliere con soddisfazione le parole del governatore è Paolo Cavallaro, ex esponente di Diventerà bellissima, unico candidato siracusano del movimento alle regionali, alle recenti amministrative risultato il più votato della lista di Fratelli d’Italia, che però non ha superato lo sbarramento.

“Prendo atto, con grande soddisfazione, della decisione del presidente della Regione Nello Musumeci che, esaminata la situazione determinatasi a Siracusa, ha confermato la validità del progetto politico del centrodestra, invitando gli elettori di Diventerà bellissima a sostenere il candidato sindaco Ezechia Paolo Reale, che già alle regionali era schierato col centrodestra e con Musumeci – ricorda Cavallaro, in riferimento alla competizione elettorale dello scorso 5 novembre – Non avevo dubbi sulla coerenza e la saggezza di Musumeci, col quale ho condiviso splendidi momenti di passione politica. Sono onorato di aver contribuito alla sua elezione, ottenendo un lusinghiero risultato, nonostante il disinteresse, confermato alle successive politiche, di tanti, ora venuti allo scoperto”.

“Diventerà bellissima, per la quale ho speso tre lunghi anni della mia vita, usata, maltrattata, abbandonata cinicamente per bramosia di potere – afferma – Io, che ritengo la politica impegno e passione civile, e non strumento per ottenere poltrone, non potevo avallare scelte personalistiche che, di fatto, miravano a spaccare la coalizione di centro destra, unica che, pur nella articolata differenziazione di opinioni, può garantire una corretta gestione del territorio. Ero nel giusto. Ora avanti tutta, con Fratelli d’Italia, con Ezechia Paolo Reale sindaco, senza se e senza ma, perché la lealtà e la coerenza per la destra e per me sono valori imprescindibili della vita”.


getfluence.com
In alto