Primo piano

Siracusa, calamità naturale per la mareggiata del 28 settembre, il Comune avvia le verifiche

SIRACUSA – Il Comune avrebbe già avviato le verifiche necessarie per valutare la richiesta di calamità naturale in seguito alla mareggiata dello scorso 28 settembre, che ha devastato la costa siracusana.

In precedenza, c’era stato stato l’appello del CNA Balneatori, che ha proprio chiamato in causa l’amministrazione comunale in seguito ai danni di circa 400 mila euro agli stabilimenti.

Pronta è stata la risposta del Comune: “I controlli si rendono necessari – afferma l’assessore Giusy Genovesi – per la già particolare fragilità del territorio costiero di Siracusa; in particolare ho chiesto di verificare tutte le aree costiere comunali, specificando particolare attenzione ai muraglioni di Ortigia ed alle strutture naturali oltre che alle attrezzature quali cartellonistica, griglie, caditoie e similari”.

L’assessore ha inviato una lettera al dirigente di settore, in cui viene richiesta la verifica della possibilità della calamità naturale: “Nella missiva ho anche richiamato l’attenzione alla richiesta dello stato di calamità naturale avanzata all’Amministrazione da parte del Cna Balneatori Siracusa – conclude Genovesi – con esplicita quantificazione di danni subiti dagli operatori del settore. Non appena in possesso delle informazioni e dei dati richiesti l’Amministrazione provvederà a dare risposte certe alla città e agli operatori”.

 


In alto